CONFERENZA STAMPA Garcia: “Abbiamo il futuro nelle nostre mani” De Sanctis: “Emergenza infortuni è una difficoltà”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:38
Rudi Garcia in conferenza stampa Cska Mosca-Roma
Rudi Garcia in conferenza stampa Cska Mosca-Roma

E’ prevista per le 15:30 la conferenza stampa congiunta di Rudi Garcia e Morgan De Sanctis nella vigilia della gara CSKA Mosca-Roma di domani delle 18.

Per Garcia: Dopo la sconfitta contro il Bayern Monaco non si è vista la giusta Roma. Come vede la Roma oggi?

G: “La Roma è sempre stata la stessa. Non è una Roma a giorni alterne. Bisogna anche vedere che si sono molto squadre più forti di noi in Europa. Comunque noi guardiamo alla partita di domani e non alle 4 partite già giocate. Come il CSKA Mosca abbiamo il destino delle nostre mani, ma la gara d’andata è con noi”.

Per Garcia: Nell’arco di queste quattro partite qual è la cosa che si rimprovera di più? E come è cambiata la Roma dal punto di vista psicologico?

G: “Quando c’è stato il sorteggio nessuno pensava che dopo 4 gare, vincendo la 5°, potevamo passare il girone”.

Per Garcia: Da un paio di mesi la Roma in trasferta non si è espressa come in casa. Giocare senza pubblico può essere un vantaggio domani?

G: “Noi arriviamo qui con molta umiltà. L’ambizione non cambia, vogliamo vincere. Ma anche il pareggio è un buon risultato. Noi giochiamo sempre per vincere, sia in casa che in trasferta. In trasferta siamo stati in casa del Manchester City, del Napoli e del Bayern. Finora siamo in corsa per lo scudetto e per la Champions, significa che abbiamo fatto bene fino adesso”.

Per De Sanctis: L’emergenza in difesa vi spinge a compattarvi (la vostra voglia di vincere l’emergenza) o è più una difficoltà?

DS: “Considerando quanto successo nei primi 2 mesi e mezzo di questa stagione è evidente che non siamo stati fortunati. Non abbiamo mai avuto a disposizione tutti per coprire tutti i ruoli. iIn 25 si copre meglio che in 14. E’ una difficoltà. Ma ritengo che la prima parte della stagione è ottima”.

Per De Sanctis: Come stai? Ti senti in grado di affrontare 3 partite a settimana?

DS: “Dopo l’infortunio ho impiegato un po’ di tempo per rimettermi a posto. Con il mister abbiamo fatto un discorso per mettere a posto questa situazione. Per giocare ogni 3 giorni bisogna essere al 200 %. Fino ad adesso sono stato solo al 100%. Il mister ha quindi deciso in quali partite schierarmi. Ora sono recuperato completamente”.

Per Garcia: Ipotesi cambio di modulo?

G: “La cosa importante è che la squadra sia pronta sia a partire con un altro modulo che cambiarlo a partita in corso. L’importante è l’atteggiamento”.

 Per Garcia: Cosa pensa dei risultati del CSKA Mosca?

G: “Ho detto subito che il CSKA Mosca è una squadra forte, che avrebbe fatto bei risultati. Quindi non mi sorprende”.

Per De Sanctis: Cosa pensi del clima freddo?

DS: “E’ un elemento da considerare. Nella mia carriera ho spesso giocato in condizioni estreme. Il ruolo del portiere è più complicato perché le estremità, mani e piedi, sono le prime parti a raffreddarsi. Con la società stiamo combattendo questo freddo anche dal punto di vista tecnico. Il freddo è uno svantaggio sia per noi che per loro, anche se loro conoscono il campo a queste temperature. Sarà molto utile allenarsi adesso un’oretta con questo freddo.

Per Garcia: Maicon?

G: “E’ successo che non è ancora pronto per giocare domani. Non si è mai allenato con la squadra. Avevo previsto di portare tutti quelli che avevano almeno una chance per giocare. Anche Torosidis aveva il biglietto d’aereo. Ma nell’allenamento di ieri abbiamo visto che nesuno dei due era pronto per la partita di domani”.

Per Garcia: Partita senza pubblico: C’è un modo per prepararla?

G: “Sorrido perché non lo so. Giocare a porte chiuse, per fortuna, non succede quasi mai. Una partita senza tifo non è una vera partita. Mi auguro che domani ascoltiate tutti i discorsi che facciamo in campo. DOmani vedrete tutte le informazioni che ci diamo in campo”.