CALCIOSCOMMESSE Palazzi recupera gli interrogatori di Ilievski da Di Martino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:09
Palazzi
Palazzi

«Appena avremo acquisito gli ultimi atti dalla Procura di Cremona faremo le nostre valutazioni, delle quali sarà dato tempestivamente conto». Stefano Palazzi commenta così l’incontro col capo della Procura di Cremona, Roberto Di Martino, sugli sviluppi dell’inchiesta sul calcioscommesse e le ricadute sulla giustizia sportiva. «Grazie al lavoro della giustizia ordinaria – aggiunge il procuratore federale – sull’inchiesta emergono continuamente fatti nuovi ed è questo un fatto positivo al fine di sradicare dal calcio questo tipo fenomeni».

Fonte: Ansa

Saranno trasmessi alla Procura della Federcalcio i due verbali d’interrogatorio sostenuti davanti al gip di Cremona Guido Salvini dal macedone Hristiyan Ilievski che, dopo esseri costituito ha confermate le accuse nei confronti di numerosi giocatori già coinvolti nell’inchieste sul calcioscommesse. Lo si è saputo dopo l’incontro a Cremona tra il procuratore di Martino e quello della procura della Federcalcio, Stefano Palazzi.

Fonte: Ansa

Il capo della Procura della Federcalcio, Stefano Palazzi sta arrivando a Cremona dove incontrerà il procuratore Roberto Di Martino per aggiornamenti sugli sviluppi dell’inchiesta sul calcioscommesse dopo l’arresto di Hristiyan Ilievski.

Il macedone Ilievski, ritenuto capo del gruppo degli zingari che corrompeva giocatori di serie A e B, era ricercato dal 2011 per associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva. Il 27 aprile scorso si è costituito, presentandosi all’aeroporto bergamasco di Orio al Serio, dove è stato preso in consegna da agenti della polizia di Stato.

Da allora è stato già interrogato sia dal Gip di Cremona Guido Salvini sua dal procuratore Di Martino, ai quali ha dato la sua versione sul funzionamento e sui protagonisti del sistema messo in piedi per combinare le partite, che secondo l’accusa sarebbero diverse decine.

Fonte: Ansa