AS ROMA Il procuratore Palazzi deferisce De Rossi per l’esultanza post-derby

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:03
De Rossi
De Rossi

Il procuratore Stefano Palazzi ha deferito ufficialmente Daniele De Rossi, centrocampista della Roma, per via della sua esultanza plateale e provocatoria al termine dell’ultimo derby di campionato tra Lazio e Roma dello scorso 24 maggio. Anche la Roma è stata deferita per la responsabilità oggettiva automatica. Ecco il comunicato:

«Daniele De Rossi è stato deferito per avere al termine della gara del campionato di Serie A Lazio-Roma, disputata allo Stadio Olimpico il 24 maggio 2015, esultato per la vittoria conseguita dalla propria squadra indirizzando nei confronti della tifoseria della squadra avversaria un plateale gesto offensivo e provocatorio indicando con entrambi le mani le sue parti basse e successivamente indirizzando, sempre nei confronti dei tifosi avversari, con le braccia sollevate in alto entrambe le dita medie delle mani, in atteggiamento offensivo e di scherno, manifestazioni idonee a costituire incitamento alla violenza».