BARCELLONA-ROMA Garcia: “Anche se avessimo fatto più, avremmo perso lo stesso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:17
Rudi Garcia in conferenza stampa
Rudi Garcia in conferenza stampa

Disastro al Camp Nou. Il Barcellona degli alieni umilia una Roma inesistente per 6-1. Di seguito le parole a caldo di Rudi Garcia:

L’unica cosa buona della serata è la classifica. E’ stato un brutto modo di perdere…

“La buona notizia è arrivata prima della partita con il pareggio ora abbiamo il destino nei nostri piedi. Ci voleva il miracolo per vincere qui stasera. Una squadra che ha vinto 4-0 a Madrid è un’armata invincibile e una squadra stratosferica. Eravamo in casa loro e in questo momento sono ingiocabili”.

Abbiamo visto però una squadra impaurita senza personalità. 16 gol in 5 partite subiti sono troppi

“Ma non cambia nulla, servirà di battere il Borisov in casa se vogliamo andare agli ottavi. Loro hanno fatto dei grandi gol, sono grandi campioni, in questo momento è una squadra imprendibile. Io non sono preoccupato per niente perché è vero che non ci piace perdere così ma non ha niente a che vedere questa sconfitta da quella che abbiamo subito col Bayern Monaco in casa l’anno scorso. Questa sera siamo venuti con umiltà ma anche facendo il primo gol avremmo perso perché loro sono più forti”.

Si poteva fare di più? E se si, cosa?

“Potevamo segnare prima e poi chiuderci di più, ci abbiamo provato in tutti i modi ma anche se Edin segna all’inizio avremmo perso lo stesso. Potevamo fare meglio nell’uso della palla ma anche nel secondo tempo cambiando modulo e alzando il pressing chiudendo centralmente non è cambiato nulla. Io non ho niente da rimproverare ai giocatori a parte il fatto che nel primo tempo potevamo fare dei gol, ma vincere stasera era impossibile”.

Come l’avevi preparata la partita? Che differenze ci sono state rispetto alla gara d’andata?

“Questo risultato alza ancora di più la partita d’andata, ma finché sei sotto di un gol va bene ma quando vai sotto di due diventa più problematico. Loro sono sulle nuvole in questo momento e non avevamo bisogno di questa prova di forza per sapere che sono una delle squadre più forti del mondo. Siamo lontano da questo livello per il momento ma loro sono la squadra più forte. Sono deluso ovviamente, c’è l’amarezza di aver perso così ma adesso bisogna solo pensare a vincere contro l’Atalanta e poi contro il Borisov. Ho potuto risparmiare De Rossi e Nainggolan che erano diffidati, ho tolto Florenzi e ho risparmiato Pjanic e almeno ci sono un po’ di cose positive”.

Fonte: Mediaset Premium