CONFERENZA STAMPA Garcia: “Il gruppo dà segnali di unità. Gervinho pronto per il Torino”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:38
Rudi Garcia in conferenza stampa
Rudi Garcia in conferenza stampa

Le parole di Rudi Garcia, allenatore della Roma, in conferenza stampa dalla sala di Trigoria. Nel pomeriggio il tecnico e la sua squadra partiranno in direzione di Torino, dove domani alle 15 sfideranno la compagine granata di mister Ventura. Ecco le dichiarazioni del francese:

Rudi Garcia parla oggi in conferenza stampa da Trigoria prima della partenza della sua Roma verso Torino, dove domani alle 15 affronterà i granata per il match di campionato. Ecco le parole del mister:

Dopo due partite dure come si esce da questo momento?

“Lavorando durissimo, come abbiamo fatto da domenica. Faremo di tutto per ottenere subito un risultato”.

Che significato dà alla cena tra i calciatori dell’altra sera?

“Un segnale positivo, hanno deciso per propria scelta di andare mercoledì, una prova di unità per aiutare la coesione ed essere tutti uniti. Solo così arriveremo al nostro obiettivo”.

Gervinho ha i 90 minuti nelle gambe? Castan è in grado di giocare 2 partite di seguito?

“Considero solo la partita di domani. Gervinho è guarito, Castan è pronto. Chi non è pronto è ancora in infermeria. Ci mancano Totti e Salah e gli infortunati a lungo termine. Richiedo testa al 100% a domani.”

Burdisso oggi ha sostenuto che i calciatori a Trigoria facciano un ‘favore’ ad allenarsi, poi mancano di leadership.

“Se non c’è cultura del lavoro è difficile arrivare al secondo posto. Su Totti e De Rossi posso dire che sono campioni e grandi uomini, la leadership c’è in questa rosa”.

La scelta del portiere: perché ha preferito De Sanctis. E per domani cosa ha in mente?

“Ci sarà un portiere in porta. Abbiamo due portieri forti con esperienza e caratteristiche diverse. Ho fiducia in De Sanctis e Szczesny, non ho preferenze. Sappiamo di dover essere tutti al nostro miglior livello, fin da domani”.

Florenzi e Digne sono stanchi. E’ previsto un turno di riposo? Sui terzini la coperta è corta?

“Non penso, tutti e due hanno fatto molto bene nel loro ruolo. Florenzi ci può dare una mano in differenti posti e sono contento di loro due. Non accusano stanchezza e hanno grande ritmo. Ci sarà spazio per altri giocatori, al momento però faccio giocare chi mi da più sicurezza. Tutti avranno spazio, gli altri mi spingono a farli giocare”.

Castan: come lo vede adesso? A che punto è del suo recupero?

“E’ migliorato tanto, ma lo sapevamo. Non si esce da un problema così al 100%. Piano piano sta migliorando, è complicato avere un giudizio contro l’Atalanta, mi aspetto da lui e dagli altri di essere uniti e combattivi. Ci servirà per prendere meno gol e fare più gol”.

 

Redazione Gazzettagiallorossa.it

 

Redazione AsRomaLive.it