ROMA-BATE BORISOV Baldissoni: “La Roma merita di essere tra le prime 16 d’Europa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:17
Baldissoni
Baldissoni

Le due partite del gruppo E Roma-BATE Borisov e Bayer Leverkusen-Barcellona finiscono in pareggio, risultati che permettono ai giallorossi di qualificarsi agli ottavi di Champions League. Di seguito le parole del dg Mauro Baldissoni:

Cosa significa questo passaggio agli ottavi?
“Significa essere tra le 16 migliori d’Europa. Questa è la Champions League, non è un torneo facile. E’ un torneo prestigioso e riuscire a superare il turno significa essere stati più bravi degli altri. Dobbiamo prenderne atto e accogliere questo risultato con gioia indipendentemente dal gioco della squadra. Capisco che si possa entrare nel dettaglio ed analizzare gli aspetti tecnici e tattici, ma è secondario. I punti li ha fatti la Roma e quindi la Roma ha passato il turno e quindi la Roma merita di essere tra le prime 16 d’Europa”.

Una Roma che ha provato a vincere la partita.
“Siamo soddisfatti dell’impegno della squadra e dei tentativi. E’ stata una partita giocata in tensione e questo non aiuta. Una squadra in fiducia è aiutata rispetto ad una squadra non in fiducia. Soprattutto in una partita decisiva. La squadra è stata in campo con grande determinazione ed ha passato il turno”.

I fischi?
“I tifosi possono liberamente scegliere di sostenere o fischiare la squadra. Noi non cambieremo il nostro atteggiamento. Cercheremo di lavorare per meritarci gli applausi. I fischi sicuramente non aiutano la squadra. Se qualcuno pensa che così si aiuta la squadra si sbaglia. Non è certamente aiutata ad esprimersi meglio”.

La Roma parte sfavorita al sorteggio?
“Questo è un miglioramento in Champions rispetto allo scorso anno. Il periodo del gruppo, quello che va da settembre a dicembre porta via tante energie. Non è facile arrivare a questo punto al massimo della forma. Sopratutto psichica che fisica. A febbraio sarà diverso e recupereremo gli infortunati. Non siamo testa di serie ai sorteggi ma sono gli ottavi quindi non potremmo pensare di incontrare una squadra debole”.

Fonte: Roma TV