NAPOLI-ROMA Garcia: “Pareggio importante per ritrovare fiducia. E sul gol siamo sicuri che la palla sia uscita?”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:37
Garcia
Garcia

L’allenatore della Roma Rudi Garcia ha commentato la partita giocata contro il Napoli. Queste le sue parole:

Una partita in cui avete ritrovato la fase difensiva ma senza molta qualità del possesso palla.

“Pareggiare al San Paolo è sempre un buon risultato, non dico in questo momento per noi ma per il Napoli che fa sempre tanti gol in casa. La Fiorentina, la Juventus e l’Inter non ci sono riusciti. L’abbiamo ottenuto questo pareggio con una buona solidità difensiva. Potevamo fare meglio dal punto di vista della gestione della palla, ma abbiamo fatto anche abbastanza per poter vincere questa partita. Il pareggio mi sembra normale, l’abbiamo visto tutti nel secondo tempo che era possibile per noi anche vincere questa partita”.

Impossibile arrivare a una verità definitiva sul gol di De Rossi.

“Spero che la nostra sfortuna di stasera non sia l’infortunio del guardalinee. Non possiamo dire che sia uscita o non uscita, ma solo che quando è calciata da Ruediger è dentro al campo. Dobbiamo rispettare la decisione del guardalinee. I ragazzi sono stati bravi a sfruttare le poche occasioni che abbiamo avuto. La palla deve uscire completamente, è così che è la regola”.

La prossima volta metteremo una telecamera sul tetto…

“Quante telecamere ci stanno per una partita di calcio?”

Sedici.

“E su sedici neanche una sulla linea?”

Poca qualità sul fraseggio…

“Ovviamente potevamo fare meglio sull’utilizzo della palla ma il Napoli è una squadra che pressa bene e subito. Gioca tanto alto con i suoi 4 difensori molto stretti. Provare a trovare la profondità era buona idea ma era complicato con un Salah non al 100%. Edin l’ha fatto ma è sempre meglio trovarlo sul petto o sui piedi. Siamo ripartiti bassi ma era previsto di essere bassi. Serve saltare il primo pressing e dopo giocare sugli attacchi rapidi e sulle giocate in profondità”.

La preoccupa la solitudine di Dzeko?

“No, era casuale, era così. Abbiamo messo Pjanic alle sue spalle per non farlo stare troppo solo e abbiamo giocato con lucidità e intelligenza. Ora ci sarà da qualificarci mercoledì e rigiocare domenica per poi risposarci nuovamente che stiamo un po’ a corto di benzina. La squadra titolare del Napoli era a casa quando noi ci giocavamo la qualificazione mercoledì. I ragazzi sono stati bravi a mostrare solidarietà e non lasciare nulla o quasi alla sorte”.

Fonte: Sky Sport

 

 

Risultato importante ma non si è tirato mai in porta.

“Abbiamo tirato nel secondo tempo almeno una volta di testa. Era possibile anche vincere. L’obiettivo era iniziare forte e poi chiuderci in difesa, nel primo tempo loro non hanno avuto occasioni. Al San Paolo è complicato per tutti. Abbiamo fatto meno nel secondo tempo rispetto al primo ma abbiamo segnato un gol che sembra non valido…”

Una buona difesa…

“Abbiamo difeso bene tutta la partita. Ho visto una Roma con molta solidarietà che non ha lasciato un centimetro all’avversario. Lo 0-0 è importante qui a Napoli”.

I prossimi obiettivi?

“L’obiettivo ora è qualificarci mercoledì al prossimo turno di Coppa Italia e poi la partita di domenica. Oggi abbiamo dimostrato grinta e di saper difendere. Questa sera abbiamo visto una Roma ben organizzata, era difficile contro uno dei primi attacchi del campionato”.

La palla è uscita sul gol annullato?

“Sembra che la palla sia uscita…. A me non sembra. Si può dire che non si capisce se è uscita al 100 per 100?”

La prestazione di Dzeko?

“Dzeko ha fatto una partita di sacrificio, sapevamo che sarebbe stato così. Ci bastava una palla per vincere e ci siamo andati vicini. Sono contento dell’atteggiamento della squadra, i me l’aspettavo così e sono contento”.

Gli alti e bassi?

“Giochiamo ogni tre giorni e la fiducia è importante. Sto lottando ogni giorno per fargli capire quanto sia importante la fiducia. Abbiamo tanti giocatori che giocano ogni 3 giorni e non possiamo essere brillanti. Un gol annullato avrebbe potuto cambiare la partita”.

Fonte: Mediaset