Iturbe: “Qui sto bene e sono tranquillo. Questa è una grande piazza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:22
Juan Manuel Iturbe
Juan Manuel Iturbe (getty images) AsRl

NOTIZIE AS ROMA – L’attaccante giallorosso Juan Manuel Iturbe ha risposto alle domande dei tifosi della Roma. Ecco le sue dichiarazioni riportate dal sito ufficiale del club capitolino:

Nella prima stagione con la Roma hai realizzato due reti, quale delle due preferisci? Quello alla Juve o alla Lazio?
Non so quale scegliere, sono stati due gol molto importanti per la mia carriere. Segnare in un derby penso sia una cosa unica, quindi scelgo quello con la Lazio.

La tua canzone preferita?
Sono tante, ora sono uscite tante canzoni belle. Rimango sempre con Limbo che mi piace tanto.

Ti senti accolto nella squadra? 
Sì, l’ho sempre detto che qui sto bene, sto tranquillo. E’ una piazza molto bella questa della Roma, ci sono giocatori buoni che vogliono sempre il bene per tutti.

Il tuo animale preferito?
Il cane, perché ne ho uno che mi piace tanto. Con i cani sto bene, è un Dogo argentino.

Che sensazione hai avuto entrando in Champions?
La Champions League è un sogno di qualsiasi calcaitore, è una delle competizioni più importanti che ci sia, quindi esordire e pure fare un gol è una cosa unica. E’ stata una delle competizioni più belle che ho disputato nella mia carriera.

La tua squadra del cuore?
Da piccolo tifavo Cerro Porteño, che mio padre mi ha fatto lì. In Argentina il River Plate, sono due squadre che tifo.

Meglio il Verona o la Roma?
A Verona sono stato bene, ma stare qui a Roma, con una piazza bella, è una cosa unica per me. Anche a Verona è stata un’esperienza buona per me.

Piatto preferito?
L’Asado.

Cosa hai provato alla prima partita all’Olimpico?
Nervosismo, avevo tanta voglia di fare. E’ stato contro la Fiorentina, una squadra difficile. E’ stato bellissimo, abbiamo vinto quindi è stata una bella giornata.

La richiesta di un giovane tifoso: faresti tanti gol quest’anno?
E’ quello che sempre uno desidera, di fare tanti gol. La cosa più importante è che la squadra vinca e stia bene. Poi fare un paio di gol non sarebbe male.