Bruno Peres: “Qui per vincere lo Scudetto. Gioco dove vuole il mister”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:24

bruno peres

NOTIZIE AS ROMA CONFERENZA PRESENTAZIONE BRUNO PERES – Il nuovo acquisto della Roma Bruno Peres si presenta in conferenza stampa. Ecco le parole dell’esterno brasiliano:

Hai già svolto il primo allenamento, come ti senti e cosa ti ha detto Spalletti?
Buonasera a tutti, sono contentissimo perché mi hanno accolto molto bene. La Roma è una grande squadra, ho parlato un po’ con il mister della tattica, su come mi posso comportare giocando a 4, per me non è un problema. Nella mia testa c’è solo tanto lavoro e aiutare questa squadra.

Perché hai scelto la Roma?
Io non sapevo se l’interesse delle altre squadre era vero o no. Sono andato in vacanza e non ho saputo niente. Chi parlava con i club era il mio agente. Quando mi ha detto di aver chiuso con la Roma sono stato contentissimo. Sapevo che è una grande opportunità di crescita, possiamo vincere lo scudetto, speriamo di giocare la Champions perché è importante. 

Ventura è venuto a Roma e la trattativa si è improvvisamente accelerata
Sono contentissimo di come gioco io e delle mie caratteristiche, credo, ma non non posso dirlo al 100%, che ha avuto una parolina in più di Ventura, mi ha aiutato ad arrivare qui.

Domanda per Baldissoni sull’accesso allo Stadio Olimpico, con le possibili nuove misure di sicurezza per i parcheggi
Voi sapete che lo Stadio Olimpico è stato oggetto di una serie di misure di sicurezza. Ci siamo fidati che ci fosse una situazione che non penalizzasse il pubblico. Credo che ci sia stato un grande equivoco, non cambia nulla sull’accesso allo stadio, telecamere, tornelli, niente di tutto ciò. Credo che il Ministero degli Interni abbia acquisito nuovi software, anche in vista della circolazione presso lo stadio. E’ necessario tenere sgombere alcuni tratti di strada per motivi di salvaguardia dell’interesse generale. Noi continueremo a fare tutto quello che possiamo. 

Tornano le domande a Bruno Peres. Tu vieni da Torino, sponda opposta alla Juventus, rivale storica per la Roma, rivale anche per quanto riguarda questioni di classifica. Pensi che avrete la possibilità di dare fastidio alla Juve?
Sono sicuro che saranno sempre miei rivali. Abbiamo una squadra fortissima, tanti calciatori fortissimi e credo che possiamo fare un anno diverso. Possiamo lavorare per vincere lo Scudetto, perché non ce la faccio più a vedere vincere loro. Ho detto anche a loro che quest’anno lo Scudetto deve essere nostro, possiamo fare bene.

L’infortunio di Mario Rui ha influito sul tuo arrivo?
Io non ho saputo niente della trattativa, è una cosa che aspettavo da tanto tempo, avevo 50mila chiamate la mattina che il mio procuratore mi ha detto che sarei andato alla Roma. Speriamo adesso di fare bene. Posso giocare anche a sinistra, è uguale.

Domanda per Baldissoni su Leandro Paredes: sulle dichiarazioni di ieri di Spalletti sul centrocampista, ha chiesto la cessione?
No, non è così. Spalletti ha detto che il giocatore si aspetta di giocare con continuità, ma ma non ha chiesto di partire e comunque non decide soltanto lui. Paredes è un giocatore della roma con parere favorevole di tutti.

Quali sono le tue condizioni fisiche? Ti senti pronto per l’Udinese?
Sono a posto, al 100%. Ho fatto il ritiro con il Toro, ho giocato anche una partita. Sarò a disposizione del mister se mi vuole fare giocare, la cosa più importante è che sono disponibile.

Domanda per Baldissoni. Cosa non è andato tra Castan e la Sampdoria?
Semplicemente Castan aveva l’interesse di tante squadre. Evidentemente quello che è stato, mi immagino la valutazione tecnico-tattica, ha fatto si che l’interesse sempre presente del Torino fosse preferibile, si aspetta fosse meglio per lui e per noi.