Torino-Roma, Spalletti: “Se le cose non vanno l’allenatore è il colpevole”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:13
Luciano Spalletti
Luciano Spalletti ©Getty Images

TORINO-ROMA DICHIARAZIONI SPALLETTI – Il tecnico della Roma Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della pesante sconfitta contro il Torino. Ecco le sue dichiarazioni:

Ancora problemi in fase difensiva
Gioco al quale partecipo mal volentieri. Ci siamo allungati un po’ troppo e la difesa ha dovuto reagire abbastanza da sola. Non si sono coperte le distanze giuste per potersi aiutare a vicenda.

Mancata la solita cattiveria davanti?
Fa parte un po’ del gioco, ci manca un po’ di determinazione. Alcune occasioni importanti sono avvenute ad inizio partita e potevamo direzionare il match in un’altra maniera, poi però abbiamo concesso e il Torino ne ha approfittato. Abbiamo alti e bassi nel lungo periodo, non è tanto l’episodio che a me interessa, quando si vive nell’entusiasmo riesci ad avere il sostegno e a fare qualcosa in più, poi però alle prime difficoltà si va un po’ in confusione. 

Alti e bassi più di natura mentale che di natura tecnica quindi
Si, poi si va a interessare anche quella tecnica. Per certi versi c’è anche la presunzione che alcune cose vadano da sole, ma non è così. La direzione della vittoria è sempre la strada opposta.

Nel secondo tempo abbiamo visto Totti molto basso. Era per avere più qualità nella distribuzione del gioco?
Si in quel momento lì gli avevo chiesto di abbassarsi e di conseguenza se giocava il pallone 5 metri più sotto

Su Edin Dzeko, ha visto partecipazione?
Purtroppo la nostra storia dice questo. Non riusciamo a mantenere un livello di sforzo per tutta la gara, nella corsa, nei duelli, nel tentativo di servire un compagno. Questi alti e bassi vanno levati, l’allenatore è il primo ad essere colpevole, perché non riesce a far mantenere l’andamento regolare.