Roma-Cagliari, Spalletti: “Defrel? Non lo so, stiamo facendo una cessione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:11
Luciano Spalletti ©Getty Images

ROMA-CAGLIARI DICHIARAZIONI SPALLETTI – Soddisfatto soprattutto per il risultato, Luciano Spalletti ha commentato Roma-Cagliari ai microfoni di ‘Premium Sport’. Ecco le sue dichiarazioni: “Non abbiamo trovato le misure perché loro avevano densità in mezzo al campo. Abbiamo apportato le modifiche del caso, ma non siamo stati gli stessi. Siamo stati in equilibrio, non abbiamo fatto confusione e non ci siamo fatti prendere dal panico”.

Sulle occasioni non sfruttate: “Di situazioni ne abbiamo create e si vedeva che stando anche più calmi saremmo passati in vantaggio. Abbiamo attaccato però non siamo stati poi cattivi negli ultimi sedici metri non portando molti uomini a chiudere l’azione. Quello ci ha portato a prendere le ripartenze”.

Spalletti a Sky Sport

“Sotto l’aspetto difensivo abbiamo fatto bene, non abbiamo concesso niente, però per quello che abbiamo fatto vedere nel primo tempo, dobbiamo fare sicuramente di più nella qualità di gioco e spesso abbiamo concesso ripartenze pericolose. Non siamo sempre stati ordinati”.

Possiamo paragonare Dzeko al Batistuta dell’anno dello scudetto con Capello?
Lui è sempre più convinto delle sue qualità, non riesce ad avere cattiveria perché ricerca sempre il bello nel fare le sue giocate. E’ sempre molto pulito anche nelle sue conclusioni. Stasera ha fatto un grande gol, dove è stato il difensore che ha rischiato di fargli il fallo, il fallo era del difensore”.

Sulla prestazione
Non abbiamo fatto bene sotto l’aspetto della qualità.

Salah dove lo mettiamo?
Giocheremo spessissimo, quindi non si porrà questo problema. Ci vogliono anche le sue qualità.

Può stare anche in panchina?
Saranno tante partite

Sul mercato
Defrel non lo so. Noi dobbiamo fare un’uscita: Seck. E’ splendido e fortissimo, ne abbiamo parlato con la società. Non l’ho fatto giocare quando non c’era Mario Rui, ora è anche tornato Mario è giusto dargli questa opportunità. Sta tornando Salah, sta tornando Florenzi, abbiamo trovato un equilibrio. Potrebbe far confusione.