Chapecoense, Artur: “Dopo la tragedia è stata dura, la gente piangeva durante le partite. Alisson sarà protagonista”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:34

Il portiere della Chapecoense, Artur, che in passato ha vestito anche la maglia della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel pre partita del match di beneficenza con i giallorossi all’Olimpico. Queste le sue parole:

ARTUR A SKY SPORT

Dopo il dramma com’è l’ambiente attorno alla squadra? 
All’inizio era molto difficile, quando sono arrivato a gennaio le persone piangevano durante le partite. Giocare così è duro, oltre a fare i calciatori dovevamo tendere le mani alle persone. Adesso è molto più tranquillo, sempre dura ma la mentalità del Brasile è vivere per il risultato, dobbiamo vincere ogni giorno perché chiedono così.

Rappresentate una rinascita… 
Certo, lo dico sempre che la cosa più bella è che non abbiamo mai mancato di rispetto alle persone che mancano, c’è sempre un paragone in piedi. Adesso lottiamo fino alla fine nella Serie A brasiliana e salvarci sarebbe il nostro più grande scudetto.

Un giudizio su Alisson? 
Sarà un protagonista, lo tifo perché è un gran portiere e ieri ha fatto una bellissima partita. Gli auguro di fare bene qua, è sempre importante la prima stagione da titolare, penso che se farà bene quest’anno la Roma avrà un gran portiere.