Atletico Madrid-Roma, Di Francesco: “Non mi voglio accontentare, domani è decisiva”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:49
Eusebio Di Francesco
Eusebio Di Francesco ©Getty Images

ATLETICO MADRID-ROMA CONFERENZA STAMPA DI FRANCESCO PEROTTI – Alla vigilia della sfida di Champions League tra l’Atletico Madrid di Diego Simeone e la Roma di Eusebio Di Francesco, il tecnico giallorosso, insieme a Diego Perotti, si presenta in conferenza stampa per presentare la gara.

Le loro dichiarazioni

DI FRANCESCO

Dopo la vittoria nel derby cosa ha detto ai suoi giocatori? 
Sono convinto che i ragazzi prepareranno la sfida al meglio, abbiamo un buon margine di vantaggio ma non ci dobbiamo accontentare. L’Atletico ha sempre fatto bene in Europa.

Nainggolan come sta? Gioca?
E’ convocato e quindi significa che è disponibile.

Vista la densità che ci sarà in mezzo al campo è riproponibile Gerson dal 1′?
Sicuramente è una delle possibilità, è un giocatore che ha fatto bene in quel ruolo, sulla formazione però oggi non dirò niente.

Respirando un po’ l’aria di Madrid si percepisce quanto loro sentano questa partita. Cosa si aspetta dall’Atletico?
Ho visto le ultime gare ed è sempre stata molto aggressiva nei confronti dell’avversario, e lo sarà ancora di più in questa gara. Dobbiamo cercare di stare più possibile nella loro metà campo, ma dobbiamo avere la grande umiltà nel lavorare insieme e la consapevolezza che stiamo crescendo tanto.

Nelle scelte che farai domani, darai più attenzione alla partita di domenica contro il Genoa, considerando che questa non è una partita decisiva?
Per me invece è una partita decisiva, quella di Genova viene successivamente, cercare di passare il turno e magari anche come primi. Al Genoa non ci sto pensando, in questa gara cercherò di scegliere i giocatori adatti a questa partita

Cosa c’è di tuo in questa grande compattezza che c’è nella tua squadra?
Mi fa piacere che loro si uniscano per fare gruppo, non posso che essere contento di questo. Devono forse bere più acqua (ride, ndr).

Si aspettava già a questo punto di aver conquistato un po’ tutti? E’ in linea con la sua tabella di marcia, come empatia con l’ambiente?
Io non mi accontento, per quello non ho fatto programmi, mettere a disposizione alla squadra le mie idee di calcio. Io non devo conquistare l’ambiente, quella è una conseguenza delle prestazioni dei miei calciatori, io mi metto a loro disposizione. Per il resto sono sereno. C’è ancora tanto da dimostrare, Roma ti fa accontentare e io non voglio questo.

PEROTTI

Cosa c’è dietro questo suo ritorno al gol, 4 gol nelle ultime 5 partite. C’è un segreto?
Per fortuna vedo di più la porta, una cosa che mi è sempre mancata nella mia carriera. L’importante è aiutare la squadra a vincere. Se il gol lo fa un altro compagno per me è lo stesso.

Per te è cambiato qualcosa tatticamente?
Sicuramente, adesso la mia maniera di giocare è un po’ più completa di quello che facevo l’anno scorso, ero abituato a giocare troppo aperto, a ricevere palla sopra la linea, adesso la prendo tra le linee, di puntare di più sul centrale e non solo al terzino, sono più vicino all’attaccante che non alla porta, mi viene più facile fare gol o assist.

Chi è il tuo maestro per i calci di rigore?
In realtà è un mio modo, calciavo e mi allenavo così già ai tempi del Siviglia. E’ stato per me cominciare già da quasi 10 anni, con un portiere che era un mio grande amico, però non mi sono fissato in qualche compagno.

(continua)

Le probabili formazioni

Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Filipe Luis; Saul Niguez, Thomas, Gabi, Koke; Griezmann, Correa. All.: Simeone

Roma (4-3-3): Alisson; Peres, Manolas, Jesus, Kolarov; Pellegrini, Gonalons, Strootman; Gerson, Dzeko, Perotti. All.: Di Francesco

Arbitro: Björn Kuipers (NED)
Assistenti: van Roekel – Zeinstra. Assistenti addizionali: van Boekel – Higler
Quarto ufficiale: Mario Diks