Home AS Roma News - Ultime notizie Roma Calcio Stadio della Roma, adesso il ‘Sì’ è definitivo: i dettagli

Stadio della Roma, adesso il ‘Sì’ è definitivo: i dettagli

Progetto Stadio della Roma
Stadio della Roma ©Getty Images

STADIO DELLA ROMA – Proprio poco fa si è conclusa la Conferenza dei Servizi in Via del Giorgione ed è stato approvato da tutti gli enti presenti, rappresentanti del Campidoglio, Città Metropolitana, Regione Lazio e Stato , il progetto legato allo ‘Stadio della Roma’, che sorgerà dunque a Tor di Valle. I lavori dovrebbero iniziare verso la fine del primo trimestre 2018 e l’inaugurazione per la stagione 2020/2021.

Il comunicato

Il sogno dell’AS Roma di poter regalare una nuova casa ai propri tifosi è sempre più vicino alla realtà: oggi, infatti, la Conferenza dei Servizi ha dato il via libera allo Stadio della Roma.

Dopo i pareri favorevoli consegnati il 24 novembre da Roma Capitale, Città Metropolitana, Regione Lazio e Stato, nelle riunioni del 4 e del 5 dicembre si sono discusse tutte le prescrizioni che hanno aperto la strada al progetto di Tor di Valle.

“Sono molto felice per quello che questa decisione può rappresentare per la Città, per lo sviluppo futuro del Club e per i tifosi, a cui vogliamo dare la nuova casa che meritano”, ha dichiarato Jim Pallotta dopo la notizia dell’approvazione.

La storia dello Stadio della Roma prende vita nel febbraio del 2012, con l’inizio della ricerca del sito, individuato poi in Tor di Valle nel dicembre dello stesso anno. Nel marzo del 2014, Pallotta e il Club giallorosso annunciano in diretta televisiva il progetto al Campidoglio, dando il via al processo di approvazione.

Dopo una delibera di pubblico interesse e una prima Conferenza dei Servizi, a febbraio 2017 Mauro Baldissoni e la sindaca Virginia Raggi annunciano che lo Stadio della Roma si farà, con una modifica al piano iniziale.

A giugno del 2017 arriva la delibera di pubblico interesse del nuovo progetto da parte dell’Assemblea Capitolina e a settembre inizia la nuova Conferenza dei Servizi, che si conclude con il parere favorevole di tutti gli enti coinvolti”.