Home AS Roma News - Ultime notizie Roma Calcio Bruno Conti: “Addio Totti? Forzato come il mio, con mancanza di rispetto…”

Bruno Conti: “Addio Totti? Forzato come il mio, con mancanza di rispetto…”

Bruno Conti (Getty Images)AsRl

NOTIZIE AS ROMA DICHIARAZIONI BRUNO CONTI – L’ex giocatore e dirigente della Roma Bruno Conti, ha rilasciato un’intervista alla radio ufficiale del club giallorosso.

Ecco le sue dichiarazioni

Su Agostino Di Bartolomei
Era il nostro grande capitano. Una volta con lui c’è stato anche un vaffa, ma c’è stato un rapporto straordinario con tutti

Ti sei rivisto in qualcuno?
Si parlava molto di Iturbe, che aveva anche il numero 7. Si accostava alle mie caratteristiche, poi è successo quello che è successo. Adesso c’è Florenzi, è tanta roba in fase offensiva e difensiva. Ha grande tecnica, sa crossare sul fondo alla grande. Diciamo Florenzi.

Oggi la numero 7 la indossa Lorenzo Pellegrini…
Sono contento, è un bravo ragazzo e un ottimo calciatore.

Mercoledì sfida contro il Torino e poi sabato sera c’è la Juventus
Io ho esordito in serie A contro il Torino, quando Domenghini sbagliò un rigore. Di Francesco ha saputo organizzare un gruppo unito anche nei rapporti e questo è molto bello. Non dimentichiamo che la Roma ci ha fatto divertire, anche se adesso tutti parlano della partita contro il Cagliari. Il mister già pensa a quella di Coppa contro il Torino, poi vedremo con la Juventus. Ora stanno iniziando a giocare alla loro maniera, vediamo le vicissitudini interne con Dybala in panchina. Cominciano però a trovare un gruppo importante. E’ una partita giusta in questo momento, è bene confrontarsi, il campionato è ancora lungo e non può essere questa una partita che stabilisce chi vince lo scudetto.

Come si va ad arrivare fino in fondo?
Penso che si faccia con il lavoro settimanale. Di Francesco ha giocato qui e conosce l’ambiente. Qui un giorno ci si esalta e l’altro si torna giù di morale. Sta tenendo serena la piazza e i giocatori lo seguono nel modo giusto. Vediamo la sua tranquillità, resta lo stesso anche nei momenti di difficoltà. E’ nato saggio e lo vediamo tuttora. In modo sereno ha risposto nella maniera giusta anche dopo la partita con il Cagliari.

La squadra che ha provato a portarti via da Roma?
Il Napoli di Maradona, lui dopo le partite mi diceva ‘vieni al Napoli’. Mio figlio Daniele era innamorato di Maradona, durante una cena il presidente Viola gli chiese dove voleva che io giocassi, lui rispose il Napoli. Il giorno dopo firmammo il rinnovo di contratto (ride, ndr).

Ti abbiamo visto piangere all’addio al calcio di Totti
Il nostro addio è stato forzato e con un po’ di mancanza di rispetto. Potevo andarmene, avevo altre richieste, ma ho scelto di chiudere la carriera in giallorosso ed è sicuramente successo lo stesso con Francesco. Ho rivissuto sulla mia pelle quanto mi era successo con Ottavio Bianchi, ha trovato un tecnico che non lo trattava bene, non lo meritava.

Cosa diciamo a Perotti dopo il rigore sbagliato? 
Io l’ho sbagliato in una finale di Coppa Campioni…. Dopo abbiamo vinto la Coppa Italia. Diego, sei grande, Forza Roma!

Asromalive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui!