Calciomercato Roma, casting per il ruolo di terzino destro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

E’ sempre complicato parlare di calcio in questo momento di emergenza Coronavirus. Il campionato è fermo ma si deve guardare per forza di cosa al futuro. Non solo per quanto riguarda il calcio giocato ma anche al calciomercato. In estate si riapriranno i trasferimenti e anche la Roma dovrà decidere il da farsi.

Bruno Peres
@getty images

Il vero neo che la squadra giallorossa ha avuto in questa stagione è stata la mancanza di un terzino destro che dia sicurezza e che possa essere un titolare fisso nello scacchiere di Paulo Fonseca. Che quel ruolo ha alternato tanti elementi senza però riuscire a trovare una soluzione stabile.

Ad inizio stagione si pensava che Alessandro Florenzi potesse offrire altre garanzie, ma poi sappiamo tutti come è andata a finire. Il capitano a gennaio ha cambiato aria, passando al Valencia in prestito per giocare con continuità.

LEGGI ANCHE –>>Serie A: ecco quando può ricominciare

Quanti terzini destri per Fonseca!

Florenzi a parte, a destra l’allenatore della Roma ha provato a schierare Spinazzola, che però si trova meglio dal lato opposto. E ha a disposizione il redivivo Bruno Peres (tornato a gennaio, finora non è dispiaciuto seppur i soliti limiti difensivi), Santon e Zappacosta. Il club sta facendo delle valutazioni specie su questi ultimi due giocatori. Santon è un profilo che non dispiace, per la sua duttilità, tant’è che si sta pensando di rinnovare il suo contratto fino al giugno 2024, vista anche – come ricorda la Gazzetta dello Sport di oggi – che il suo ingaggio non è proibitivo per le casse del club. Per Zappacosta invece si potrebbe prolungare il prestito, se il Chelsea sarà d’accordo. Del resto il laterale destro quest’anno è stato impossibilitato a scendere in campo a causa di un grave infortunio.

Calciomercato Roma: obiettivo Faraoni

Nonostante tutti questi terzini destri in rosa, e in attesa di capire il futuro di Florenzi, la Roma starebbe anche guardando altrove. Ed esattamente in casa Verona, dove si è messo in luce in questa stagione Davide Faraoni. Non è più giovanissimo, ha 28 anni ed è nel pieno della maturità calcistica, ma si potrebbe prendere ad una cifra accettabile, intorno ai 7-8 milioni.