Calciomercato Roma: ci sarà un tetto massimo per gli ingaggi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:38

Con l’emergenza Coronavirus che ha messo in ginocchio economicamente tante aziende, tra cui quelle calcistiche, è logico pensare che nel prossimo calciomercato saranno tante le società che proveranno ad attingere ai cosiddetti parametri zero per rinforzarsi. La Roma è una di queste, ma la novità sarà rappresentata dal tetto salariale che il club giallorosso si è imposto.

@ Getty Images

Del resto la situazione economica del club giallorosso non è certo delle migliori. Va sottolineato l’impegno del presidente James Pallotta, che in attesa di novità dal fronte Friedkin non si sta certo risparmiando. Come sottolinea anche la Gazzetta dello Sport l’imprenditore americano completerà a breve la ricapitalizzazione prevista, iniettando altra liquidità nelle casse societarie, per un totale di 132 milioni in circa quattro mesi.

LEGGI ANCHE –>>Di Francesco: «Totti mi ha sempre sostenuto»

E’ chiaro però che bisognerà iniziare a risparmiare per rimettere i conti in ordine. Iniziando dal cospicuo monte ingaggi, che attualmente si aggira sui 160 milioni di euro lordi. Si cercherà di tagliare quantomeno il 15%, muovendosi sul mercato per cercare di piazzare giocatori che hanno uno stipendio alto e imponendosi dei limiti oltre i quali non sarà possibile andare.

Calciomercato Roma: bonus reali e tetto salariale

La linea che la Roma detterà in futuro sui contratti dei giocatori sarà chiara. Sarà impostato un tetto massimo salariale a tre milioni di euro. Una cifra alta, che non potrà in alcun caso essere sforata. E poi c’è la questione bonus, che saranno legati ai risultati conquistati sul campo della squadra. Per un maggior guadagno si dovranno centrare traguardi importanti: una coppa, la qualificazione alla Champions o, magari, uno scudetto.