Calciomercato Roma: giovani in vetrina, chi resta e chi può partire

0
1

Non si sa ancora se la serie A riprenderà o meno. Certo c’è il progetto di completare questo campionato ma c’è anche la consapevolezza che sarà sempre più complicato farlo, visto che i tempi per il ritorno in campo per gli allenamenti si stanno allungando. Si pensa ad una ripartenza a giugno per un tour de force estivo.

Carles Perez
Carles Perez @ Getty Images

C’è però già da programmare anche la prossima, di stagione, per la quale poi i tempi saranno risicatissimi. Non bisogna dimenticare infatti che bisognerà ripartire già ad agosto, visto che poi nel 2021 ci saranno gli Europei. La Roma, come le altre, guarda al calciomercato ma guarda anche in casa propria, perché – come sottolinea Il Corriere dello Sport – nella rosa di Fonseca ci sono dei giovani da lanciare e da valorizzare.

Importanti investimenti che il club ha fatto e sui quali adesso deve puntare forte. Uno dei questi è senz’altro il difensore Ibanez, prelevato dall’Atalanta per una somma totale di dieci milioni (c’è un obbligo di acquisto da onorare). Un giocatore che finora non ha giocato nemmeno un minuto con i giallorossi, si vedrà in estate se farlo rimanere ancora nella capitale o mandarlo in prestito ad accumulare esperienza.

Un po’ lo stesso discorso per Fuzato, portiere brasiliano di 23 anni che è arrivato dal Palmeiras nell’era Monchi e che è comunque il terzo estremo difensore della Selecao. In patria è tenuto in grande considerazione e pure lui magari potrebbe essere prestito per consentirgli di giocare. E magari seguire le orme di Alisson.

Pronti a restare nella rosa della Roma

Non ci sono dubbi invece sul fatto che gli altri due giovani, gli spagnoli Carles Perez e Villar, rimarranno alla corte di Fonseca. Hanno avuto poco tempo per mettersi in mostra, vero, ma quando sono stati impiegati hanno sempre risposto alla grande. Avranno il loro spazio nell’arco della stagione, così come Mert Cetin. I giallorossi credono molto nel difensore turco, Fonseca ha stima di lui e non l’ha fatto partire a gennaio con la speranza di dargli più spazio. Poi il calcio si è fermato e pazienza, ma quando si riprenderà avrà pure lui le sue chance.