Serie A, nuovi ritardi: la Figc rinvia il consiglio federale di venerdì

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:14

I tempi di ripartenza della Serie A restano lunghi, e la conferma arriva dal rinvio del consiglio federale della Figc che era previsto venerdì.

Serie A
@getty images

Mentre tutte le squadre di Serie A si apprestano a riprendere gli allenamenti individuali, i tempi di ripartenza subiscono dei rallentamenti. Poco fa l’Ansa ha informato che il consiglio federale della Figc inizialmente previsto per venerdì è stato rinviato a data da destinarsi. Il motivo è che servirebbero ulteriori analisi e approfondimenti sui temi legati all’emergenza coronavirus.

Il futuro della Serie A dipende dall’accordo tra il Comitato tecnico-scientifico del Governo e la Figc per il protocollo da adottare ai fini degli allenamenti di gruppo e poi delle partite.

I dubbi principali del Comitato riguardano il da farsi in caso di positività di un calciatore e le trasferte dei club da una regione all’altra. Per questo motivo la Figc potrebbe raccogliere ulteriori documenti per capire se esiste la possibilità di giocare tutte le partite in determinati stadi del Centro-Sud.

A tale proposito c’è già stato il via libera dai sindaci di Napoli, Bari e Palermo.

“Per consentire al sistema calcio di fronteggiare la crisi contingente, il Consiglio federale sarà prossimamente riconvocato con all’ordine del giorno le tematiche inerenti la ripresa dell’attività sportiva e per stabilire le linee guida per l’iscrizione ai prossimi campionati. Nel tavolo di confronto istituito dal presidente Gabriele Gravina con tutte le componenti federali lo scorso gennaio, sono stati discussi diversi scenari, ma i lavori si sono interrotti a causa dell’emergenza da Covid-19. Non appena possibile, è volonta’ della Federazione riprendere a discutere alcune proposte di riforma nel rispetto delle norme statutarie”.

LEGGI ANCHE –>>Calciomercato Roma, Pedro apre ai giallorossi