La cessione Roma rimane in fase di stallo: ecco perché

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:38

Non ci sono novità importanti riguardo la cessione Roma. Tutto sembra esserci cristallizzato alla fine dello scorso anno. Come sottolinea Il Corriere dello Sport James Pallotta è alla ricerca di nuovi investitori, considerando che Friedkin non si fa sentire almeno da un paio di mesi. Il Coronavirus ha scombussolato l’economia mondiale e il magnate americano probabilmente vuole prendere in attesa di compiere qualsiasi mossa.

Pallotta

La sua volontà di sbarcare nel calcio acquisendo la Roma non è del tutto venuta meno. Non è da escludere insomma che torni alla carica nei prossimi mesi. Ma ci sarebbero dei paletti importanti, come una maggiore chiarezza riguardo la questione stadio, l’abbattimento dei costi e anche una valutazione minore della società.

LEGGI ANCHE –>Calciomercato Roma, Kolarov e gli intrecci con il Bologna

A dicembre le due parti erano praticamente d’accordo attorno ad una somma di 710 milioni, ma nel frattempo le cose sono cambiate, come detto a causa del Coronavirus e dello stop dei campionati. E dunque Friedkin valuterebbe la Roma al momento attorno di 500 milioni di euro. L’attuale presidente Pallotta è sempre intenzionato a cedere e nel frattempo si stanno cercando dei nuovi soci, in attesa che passi la tempesta della pandemia e si torni magari a giocare. Serve tempo, insomma.

Rimettere in moto il calcio sarà fondamentale, in primo luogo per contenere le perdite (anche se quelle del botteghino continueranno ad esserci probabilmente per tutto l’anno) e cercare di tornare alla normalità. Nel frattempo Pallotta garantirà i capitali per garantire la continuità aziendale e completare l’aumento di capitale.