Cessione Roma, la trattativa Pallotta-Friedkin pronta a ripartire

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19

James Pallotta rimane in attesa. Il Coronavirus ha messo in crisi l’economia mondiale e per forza di cose tutto è cambiato rispetto ai passati mesi. E anche il messaggio che il presidente della Roma ha mandato su Twitter – indirettamente – al governatore dello stato del Massachusetts, fa capire di come le difficoltè legate al lockdown sono state e saranno tante.

james pallotta
James Pallotta ©Getty Images

Proprio negli ultimi giorni almeno sembrerebbe esserci stato un contatto con Dan Friedkin per quanto riguarda la cessione della Roma. Una breve telefonata che quantomeno terrebbe aperta la comunicazione tra i due imprenditori americani. Di sicuro Friedkin – come riporta oggi anche Il Corriere dello Sport – continua ad essere interessato al club giallorosso.

LEGGI ANCHE –>>Calciomercato Roma, è in arrivo il primo colpo

Ma le cifre sono inevitabilmente cambiate rispetto ai mesi scorsi. Trovare un accordo sulla base dei 710 milioni dei quali si era parlato a dicembre (indebitamento compreso) è praticamente impossibile. La ripresa del calcio potrebbe dare una mano a Pallotta, ma difficilmente la sua richiesta andrà sotto i 600 milioni. Nel frattempo l’imprenditore di Boston erogherà l’indispensabile per garantire la continuità aziendale. A luglio la trattativa insomma potrebbe ripartire.

Roma, novità sulla questione stadio

Lo stesso quotidiano sportivo riporta anche alcune indiscrezioni che vorrebbero l’imprenditore ceco Radovan Vitek ancora in corsa per comprare i terreni di Luca Parnasi. Anche in questo inevitabilmente ci sarà da ricontrattare il prezzo. E’ chiaro che lo sblocco della questione stadio potrebbe essere un motivo in più per rendere appetibile alla società e spingere Friedkin all’acquisto della società.

LEGGI ANCHE –>Cessione Roma, contatto tra Pallotta e Friedkin