Calciomercato Roma, due indizi della conferma di Smalling

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:27

Calciomercato Roma, la conferma di Smalling in giallorosso si fa sempre più probabile: ecco quali sono gli indizi che fanno ben sperare.

calciomercato Roma
Smalling (Getty Images)

Ci sono due indizi che fanno ben sperare per la conferma di Smalling alla Roma. Il difensore inglese è stato uno degli acquisti più azzeccati dello scorso calciomercato, è stato sempre tra i migliori e ha sbagliato poche partite. Per questo motivo la Roma vorrebbe confermarlo, e ha anche il gradimento del calciatore che in Italia si trova benissimo e non ha nessuna nostalgia dell’Inghilterra.

Il primo indizio è una trattativa di calciomercato non direttamente legata a questa che fa ben sperare i giallorossi. Il Chelsea è vicinissimo all’acquisto di Werner dal Lipsia per circa 60 milioni di euro. Con meno della metà, il Lipsia potrebbe confermare Schick che sta facendo molto bene soprattutto nell’ultimo periodo. Nagelsmann gradirebbe evitare una rivoluzione di tutto il fronte offensivo e la conferma di Schick per una somma intorno ai 29 milioni di euro (il Lipsia spera nello sconto) sarebbe quasi certa.

LEGGI ANCHE –>> Calciomercato Roma, ESCLUSIVO: Cagnazzo (Daily Mail) su Mkhitaryan, Smalling e Pedro

Calciomercato Roma
Smalling (Getty Images)

Calciomercato Roma: i soldi per Smalling

I soldi della cessione di Schick verrebbero usati dalla Roma per la conferma di Smalling, ritenuta fondamentale da parte dell’allenatore Fonseca e di tutto lo staff tecnico. Come scrive Il Romanista, della trattativa si sta occupando in prima persona l’amministratore delegato Guido Fienga. I contatti con i dirigenti del Manchester United sono frequenti. L’operazione dovrebbe farsi in uno dei due seguenti modi: prestito oneroso di altri tre milioni di euro più un riscatto fissato a 13-14 milioni da versare nei successivi due anni. Oppure l’acquisto immediato per un totale, pagabile sempre in due anni, tra i 17 e i 18 milioni di euro.

Il secondo indizio sulla possibile riuscita dell’affare è l’arrivo a Roma di Suf Podgoreanu, giovane attaccante israeliano con passaporto romeno gestito dalla stessa scuderia che cura gli interessi di Smalling.