Petrachi, la Roma avvia la procedura di licenziamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:01

La Roma, come riporta Sky Sport, ha avviato il procedimento di licenziamento per giusta causa nei confronti del direttore sportivo Gianluca Petrachi, attualmente sospeso dal club giallorosso.

Petrachi
Gianluca Petrachi (Getty Images)

Dalle parole ai fatti. La Roma ha avviato il procedimento di licenziamento per giusta causa nei confronti del direttore sportivo Gianluca Petrachi, la cui avventura giallorossa è durata meno di anno.

La procedura prevede tre differenti fasi. Si inizia dalle contestazioni disciplinari ai sensi dello statuto dei lavoratori (non essendoci l’accordo collettivo tra la Lega di serie A e ADISE). In seguito il dirigente avrà la possibilità di impugnare il tutto ricorrendo a sua difesa. A quel punto il club giallorosso adotterà la sanzione che ritiene più adeguata. Sanzione che dovrebbe essere secondo le fonti di Sky Sport proprio il licenziamento. Le altre possibilità in ballo sono una riduzione dello stipendio oppure la reintegrazione.

LEGGI ANCHE –>Calciomercato Roma, comunicato ufficiale su Vertonghen

James Pallotta
James Pallotta @Getty Images

Petrachi, a Roma un’avventura piena di incompresioni

L’avventura di Petrachi alla Roma è stata complicata fin dalle prime battute. Una trattativa complessa per portarlo a Roma e convincere il presidente Cairo a lasciarlo andare. Poi il cattivo rapporto con la stampa. Fino alla lite con Pallotta.

Il motivo scatenante dello scontro con il presidente giallorosso è stata un’intervista di venerdì 12 giugno in cui Pallotta ringraziava tutti per l’ottimo lavoro svolto finora, tranne il direttore sportivo. La mancata cessione del club, con tanto di impegni economici differenti rispetto a prima, ha cambiato la strategia che era stata disegnata inizialmente per la Roma. Senza Petrachi, attualmente sospeso dal club, ci sarà la soluzione interna Morgan De Sanctis a svolgere il ruolo del nuovo direttore sportivo. Tutto però passerà attraverso le decisioni di Guido Fienga, l’attuale CEO, molto attivo e stimato dalla società: carta bianca per lui.