Verona-Roma, il pensiero di Fonseca sulla partita e su Dzeko

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:04

La Roma ha debuttato nel nuovo campionato di serie A riuscendo a non perdere sul campo del Verona di mister Juric. Il punto è un mattoncino sul quale costruire sogni futuri per una squadra che deve ancora trovare delle pedine sul mercato.

pronostici

Il tecnico Fonseca infatti non ha schierato Dzeko, in odore di trasferimento, e non avendo un altro centravanti in rosa ha fatto di necessità virtù, schierando un attacco leggero con Mkhitaryan e Pedro sempre pronti allo scambio. Il gol non è arrivato e ci sarà ancora da lavorare per una Roma che dovrà trovare al più presto l’assetto giusto per poter puntare al quarto posto.

LEGGI ANCHE –>Voti Verona-Roma, Mkhitaryan delude, Spinazzola al top

Roma, le parole del post partita di Fonseca

Roma

“Con Dzeko non possiamo dire che sarebbe andata diversamente – spiega Fonseca ai microfoni di Dazn – Abbiamo giocato un primo tempo, abbiamo sprecato occasioni per far gol, farlo poteva cambiare il corso del match. Nel secondo tempo il gioco lungo dell’Hellas ci ha messo in difficoltà, non siamo stati reattivi sulle seconde palle. Nel finale abbiamo creato tre occasioni per fare gol ma non ci siamo riusciti”.

“La squadra ha avuto tre settimane difficili ma fisicamente sta bene. Nel secondo tempo non abbiamo controllato la partita come avremmo voluto perché non siamo riusciti a recuperare palloni” dice ancora Fonseca. Che poi entra nell’analisi della partita. “Mi è piaciuto il primo tempo, c’è stata una buona intesa tra Mkhitaryan, Pedro e Pellegrini. Carles Perez ha avuto un problema del Covid e non sta bene fisicamente, non si è allenato come avrebbe dovuto” continua il tecnico. “Per Dzeko è stata una settimana molto difficile, ho fatto questa scelta di lasciarlo fuori per preservarlo. – sottolinea Fonseca incalzato sull’argomento – Abbiamo sicuramente bisogno di un altro attaccante che attacchi bene gli spazi e la profondità, anche se Mkhitaryan fa bene nel ruolo di falso nueve” ha detto ancora Fonseca.

Pensiero finale sulla nuova presidenza, con Dan e Ryan Friedkin sugli spalti. “Loro sono sempre presenti a Trigoria, sono vicini alla squadra, vengono a vedere gli allenamenti. E’ importante per noi” ha detto Fonseca.