Udinese-Roma, Fonseca: “Smalling? Con solo 3 centrali non possiamo rimanere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:18
@getty images

UDINESE-ROMA DICHIARAZIONI FONSECA – Il tecnico giallorosso ha commentato la vittoria dei giallorossi per 1-0 di misura sull’Udinese, friulani alla terza sconfitta in altrettante giornate, grazie alla prima rete con la maglia della Roma di Pedro.

LEGGI ANCHE –> Voti Udinese-Roma 0-1: Pedro salva Fonseca, male Dzeko e Mkhitaryan

LEGGI ANCHE –> Udinese-Roma, Pedro: “Obiettivo Champions, ma lo scudetto…”

Dichiarazioni Fonseca

Sorriso si ma fino a un certo punto. La vedo molto serio, forse perché questi tre punti sono ossigeno per questa classifica.
Abbiamo detto che era una partita difficile e lo è stata. Una squadra che nel primo tempo ha giocato sempre nell’area dell’Udinese, siamo stati poi meno aggressivi nel momento in cui perdevamo la palla. Abbiamo creato buone situazioni nel primo tempo, poi nel secondo tempo abbiamo fatto gol ed era importante vincere, difendere il risultato fino alla fine.

Pedro ha detto perché no giocare per lo scudetto. Attaccare ogni pallone per fare gol e vincere ogni partita. C’è ancora da lavorare su questo, sulla mentalità?
Noi siamo una squadra molto offensiva. Abbiamo sbagliato nell’ultimo passaggio. E’ vero che l’Udinese di obbliga poi ad abbassare di metri il baricentro, ma noi dobbiamo pensare sempre alla prossima partita e giocare come abbiamo fatto oggi, come con la Juve che con il Verona, giocare per vincere.

Su Lorenzo Pellegrini, può essere un ruolo definitivo?
Vedremo, la squadra sta giocando bene con Pellegrini in quella posizione, oggi ha fatto una buona partita, vedremo in futuro.

Ottima prestazione difensiva anche oggi, sei ancora convinto che serva Smalling?
Noi non possiamo stare con soli tre difensori centrali, in questo momento abbiamo solo questi tre e abbiamo bisogno di altri giocatori. Questo è chiaro, Ibaneza ha fatto una grande partita come le ultime che ha disputato.

Serve solo Smalling? Adesso è arrivato Borja Majoral, ma nel calcio delle cinque sostituzioni, lei non le ha utilizzate tutte neanche questa sera, c’è bisogno di più profondità nella rosa?
Noi lavoriamo per avere profondità, in questa partita non è stato facile perché la squadra era molto bassa. Lavoriamo sempre per questo e abbiamo giocatori utili alla causa che possono fare questo. Sul mercato non voglio parlare, abbiamo ancora 48 ore vediamo cosa succederà.

Su Pedro, sugli stimoli che può dare un campione del genere ai più giovani, se ce lo può raccontare nella quotidianità.
E’ un grande professionista, da sempre il massimo ed è per questo che è qui a Roma. Una professionalità impressionante.

Qual è la sua prospettiva e la sua percezione delle cose in questo momento? Non so se ha saputo cosa sta accadendo a Napoli, in questi casi cosa bisognerebbe fare?
Quello che sta accadendo può succedere in qualsiasi squadra, qui lavoriamo rigorosamente per controllare la situazione. Penso che in questa situazione le autorità e la Lega devono decidere quello che è meglio per il calcio.

Teme uno stop?
No, no.