Roma, la serie A inizia già a pensare ad un piano B

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:22

La serie A è ferma per gli impegni delle nazionali ma negli ultimi giorni non si è fatto altro che parlare di Juventus-Napoli e dei positivi al Covid-19.

Roma
@getty images

Anche il campionato di calcio ovviamente non è immune dal contagio e del resto i numeri sono in aumento in tutto il paese. Molte squadre, tra cui anche la Roma, hanno dovuto fare i conti con la positività di alcuni giocatori. Positività che hanno portato ai primi rinvii di partite. Una situazione che inizia a preoccupare la Lega, che adesso – come spiega Il Corriere dello Sport – pensa anche ad un piano B.

Il calendario infatti è già molto fitto, all’orizzonte ci sono gli europei, e per questo motivo si farebbe davvero una enorme fatica per ricollocare le partite rinviate. Per questo motivo, come ha garantito il presidente Dal Pino al ministro Spadafora, la Lega sta già studiando dei piani alternativi. Che riportano ai playoff, ipotesi già caldeggiata da Gravina durante il lockdown, nonostante i club non abbiano intenzione di prendere in considerazione questa strada.

LEGGI ANCHE –>Roma, ufficiale: ecco il calendario di Europa League

Roma, la Final Eight tra le ipotesi

Logo Serie A
@Getty Images

Il quotidiano spiega che se dovessero esserci motivi d’emergenza, il Consiglio Federale potrebbe comunque stabilire un nuovo format per concludere la serie A. Con diverse ipotesi sul campo, tra cui quella della “Final Eight” della quale si era già parlato in passato. Un format che si è già visto nei mesi scorsi, attuato per la conclusione di Champions ed Europa League. Ci sarebbero meno partite da disputare, ma sicuramente un grande spettacolo. Rimane da capire però quale sasrebbe anche la posizione delle tv davanti a questo scenario.

LEGGI ANCHE –>Calciomercato Roma, l’ex va in Spagna e la società incassa