Roma, clamoroso passo indietro del nuovo presidente Friedkin

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:26

Colpo di scena da parte del nuovo presidente della Roma Friedkin: marcia indietro per il nuovo stadio a Tor di Valle, c’è l’intenzione di trovare un’area differente.

Roma
Dan e Ryan Friedkin (Getty Images)

Una svolta inaspettata e clamorosa, quella rivelata stamattina da Milano Finanza. Il nuovo proprietario della Roma Dan Friedkin sarebbe infatti orientato verso una marcia indietro per il progetto del nuovo stadio a Tor di Valle. Una decisione che potrebbe nuovamente allungare i tempi, visto che sembrava finalmente di vedere la luce in fondo al tunnel.

Come riporta Milano Finanza, infatti, domenica si è conclusa la negoziazione tra un istituto di credito e Vitek per la cessione delle società che facevano parte della galassia immobiliarista di Luca Parnasi. Tra gli asset che verranno controllati da Vitek c’è anche l’area strategica di Tor di Valle, sulla quale dovrebbe sorgere il nuovo stadio della Roma. E ora più che mai va usato il dovrebbe, perché Friedkin potrebbe cambiare le carte in tavola.

LEGGI ANCHE –>Diawara positivo al Coronavirus, l’annuncio sui social

Roma, cambia il progetto per il nuovo stadio?

Stadio Roma
Stadio della Roma ©Getty Images

L’imprenditore americano sarebbe infatti deciso a cambiare l’intero progetto, cercando un’area diversa sulla quale costruire il nuovo stadio. Si tratterebbe di una decisione clamorosa che porterebbe all’inizio di un nuovo iter, con tempi di realizzazione tutti da stabilire.

LEGGI ANCHE –>Calciomercato Roma, i colpi di De Sanctis impressionano Friedkin