Roma in attesa dopo il ricorso: la speranza del club

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:28

La Roma ieri ha giocato un’altra partita importante, non sul campo bensì nell’aula della Corte Sportiva d’Appello: quella del ricorso per il ko di Verona.

Roma
Pedro contro il Verona (Getty Images)

L’udienza, che si è svolta in remoto, come sottolinea Il Corriere dello Sport è durata proprio quanto una partita, ovvero 90 minuti. Roma e Verona hanno esposto le loro tesi ma per adesso non si conosce l’esito del ricorso giallorosso. Bisognerà attendere. Ripercorriamo la vicenda. Nel match d’esordio di questo torneo di serie A si affrontano le due squadre e sul campo il match si conclude con uno giusto 0-0. La società giallorossa però commette un errore nella compilazione delle liste. Diawara andava infatti inserito in quella degli over 23. Un piccolo errore amministrativo che gli costa la vittoria a tavolino, andata agli scaligeri.

LEGGI ANCHE — >Voti Genoa-Roma 1-3, super Mkhitaryan. Mayoral non pervenuto

Roma in attesa dell’esito del ricorso

Roma
Diawara (Getty Images)

La tesi che ha portato avanti il club è molto lineare. Non ci sarebbe stato alcun problema a inserire Diawara nella lista over 23 poiché c’erano a disposizione diversi slot liberi. Ragion per cui la dimenticanza non è stata fatta per dolo, ma per un mero errore materiale, che non ha portato alcun vantaggio alla Roma. “Non può essere trattata la nostra posizione come quella di chi ha sbagliato per ottenere un vantaggio” ha detto nei giorni scorsi Paulo Fonseca. L’avvocato Conte ha sottolineato il principio della gradualità della pena e dunque l’auspicio che il ko a tavolino possa essere convertito in una multa. Ieri sera, come detto, l’esito del ricorso non è arrivato. Se ne saprà di più nei prossimi giorni.

LEGGI ANCHE —>Calciomercato Roma, un osservato speciale in Europa League