Roma, Mancini: “Scudetto? Lo decidono infortuni e Covid”

Domenica senza serie A per la Roma, considerato che il campionato è fermo per gli impegni delle nazionali. Mancini ha fatto il punto della situazione.

Roma

Il difensore giallorosso Mancini ha concesso oggi una lunga ed esclusiva intervista al Corriere dello Sport, davvero molto interessante. Una chiacchierata nella quale il giocatore ha toccato più argomenti, legati alla squadra ma anche extra. Scontato sottolineare la voglia di giocare nonostante i numeri del Covid-19 si facciano sempre più preoccupanti. “Il calcio è seguito da tante persone, da famiglie intere che possono passare qualche momento di svago e a non pensare al resto. Noi cerchiamo di far gioire i nostri tifosi per regalare un sorriso in un periodo in cui c’è poco da sorridere” ha detto.

LEGGI ANCHE –>Calciomercato Roma, suggestione per un clamoroso ritorno

Roma, le parole di Mancini

Roma

Mancini sottolinea come l’esperienza di Pedro, Smalling e Mkhitaryan sia molto importante per la crescita del gruppo, quindi spende parole di elogio per Fonseca: “E’ una persona molto diretta, un lavoratore e amante del calcio, studia tutto nei minimi particolari, sappiamo tutto e di più della squadra avversaria e per noi è molto importante. Ci trasmette grinta e determinazione, lavora tanto, anche durante gli allenamenti vuole intensità e rabbia agonistica da parte di tutti” ha detto il difensore.

L’ex Atalanta sottolinea come con l’arrivo dei Friedkin “è cambiato tutto in positivo”, quindi fissa gli obiettivi stagionali, si è tornati a parlare anche di scudetto: “Infortuni e Covid e decideranno la classifica finale. La Juve ha cambiato allenatore e tanti giocatori, la Roma pensa a fare partita per partita e fare il meglio possibile. Il nostro obiettivo è restare tra le prime quattro e giocarci la qualificazione alla Champions, in un campionato così bisogna stare sul pezzo e restare concentrati”

LEGGI ANCHE —>Calciomercato Roma, le ultime sul rinnovo di Bruno Peres