Roma, Tarantino: “Patrimonio giovanile di assoluto livello”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:37

Non è un mistero che la Roma abbia la forte intenzione di puntare, per il presente e per il futuro, sui ragazzi del settore giovanile che sono in rampa di lancio.

Roma
@getty images

LEGGI ANCHE –>Roma, Petrachi a tutto campo: l’ammissione alla radio

Paulo Fonseca sta premiando la linea verde, inserendo appena possibile in Prima squadra i migliori elementi della Primavera. Hanno già esordito Tripi e Milanese, pronti a farlo anche Zalewski e Ciervo. Dietro la loro crescita c’è ovviamente un grande lavoro a livello dirigenziale e sul campo. Massimo Tarantino per sei anni ha lavorato nel club giallorosso proprio per cercare di scovare e valorizzare giovani di grande talento.

Roma, le parole di Tarantino

Tommaso Milanese (Getty Images)

In una lunga intervista concessa a La Giovane Italia, Massimo Tarantino ha voluto sottolineare l’ottimo lavoro svolto negli ultimi anni con la Roma nel settore giovanile. “La società giallorossa è una di quelle migliori in ambito italiano ed europeo dove poter lavorare in un certo modo con i giovani. – ha detto l’ex calciatore e ora dirigente – Nella Capitale c’è una cultura nel curare il vivaio che è fuori dall’ordinario. Ciò che è successo giovedì scorso in Europa League contro il Cluj, gara che è terminata con ben tre classe 2002 in campo (Filippo Tripi, Tommaso Milanese e Riccardo Calafiori, ndr) ha rappresentato per me un vero e proprio trionfo. La nuova proprietà ha avuto la fortuna di ritrovarsi anni e anni di lavoro svolti in un certo modo, adesso si godono i risultati della creazione di un patrimonio giovanile di assoluto livello. La Roma ha una miriade di grandissimi calciatori pronti a sbocciare ma bisogna andare sempre molto cauti perché il calcio è imprevedibile” ha detto Tarantino.