Calciomercato Roma, la distanza è colmabile: si chiude in fretta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:47

Calciomercato Roma, la distanza tra i giallorossi e il River Plate per il cartellino di Montiel è di 2 milioni. Si lavora per chiudere in fretta. 

Calciomercato Roma
Gonzalo Montiel, messo nel mirino da Tiago Pinto, l’operazione sarebbe in chiusura (getty images)

Ci sono stati dei passi decisivi, nelle ultime ore, per il possibile arrivo di Montiel a Trigoria. Ballerebbero solamente 2 milioni tra l’offerta della Roma e la richiesta del River Plate. Pinto avrebbe valutato il cartellino del calciatore – ricordiamo in scadenza – 7 milioni. Il River ne chiede 9 al momento, ma la sensazione è che la chiusura possa avvenire a breve.

Il Corriere dello Sport parla questa mattina di un’accelerazione in una trattativa che Asromalive aveva anticipato già a inizio dicembre. Soprattutto perché i giallorossi non vogliono entrare in nessuna asta per l’esterno destro. All’orizzonte ci sarebbe anche l’interessamento da parte del Lione di Garcia, anche se Pinto si sente in pole position e vuole piazzare a breve giro di posta il colpo. Quello che permetterebbe a Fonseca di far riposare Karsdorp.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, addio possibile | Doppia chiamata

Calciomercato Roma, Montiel parte dalla panchina

Calciomercato Roma
Tiago Pinto

A conferma di quanto ormai il futuro del calciatore sia lontano dall’Argentina, c’è anche il minutaggio che il tecnico del River Plate sta regalando a Montiel. Gallardo, da quando si è aperta la finestra di calciomercato, ha cominciato ad utilizzare con una certa regolarità il 32enne Milton Castro. E nell’ultima gara di Copa Maradona, Montiel è entrato in campo a 27 minuti dal termine.

Un indizio – da prendere con le pinze ovviamente – ma che sicuramente dà l’idea di come ormai si è nelle fasi finali di una trattativa relativamente breve che permetterà alla Roma di piazzare il primo colpo della sessione invernale di mercato. E soprattutto bagnare con un elemento importante l’approdo di Tiago Pinto nella Capitale. Ah, il nuovo gm è ancora alle prese con il Covid quindi in isolamento. Ma se piazza i colpi solamente stando seduto in ufficio vuol dire che è davvero bravo. E che Friedkin ci ha visto lungo quando ha deciso di portarlo a Trigoria.