Calciomercato Roma, fissato l’incontro | Gioco al rialzo, interviene Pinto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:13

Calciomercato Roma, una delle priorità in vista della prossima stagione sono i rinnovi dei contratti dei calciatori più importanti. Tra questi c’è senza dubbio Mkhitaryan, ma Raiola gioca al rialzo. 

Juventus-Roma
Mkhitaryan, sconsolato ieri a fine gara (getty images)

Le parole al miele di Tiago Pinto, usate in conferenza stampa, hanno un sapore diverso dopo la prestazione di ieri. Mkhitaryan è stato l’uomo che mai si è arreso, insieme a Mancini. Ha cercato in tutti i modi di capovolgere un copione che ad un certo punto sembrava scritto. Non ha mai mollato. La Roma deve ripartire da lui, scrive il Corriere dello Sport.

L’armeno è stato quello che ha provato a cambiare le sorti della gara. Non solo lì, in attacco, dove ha provato, anche da lontano, a rimettere in carreggiata Fonseca. Ma non si è tirato indietro nel momento in cui serviva fare la legna in mezzo al campo. Si abbassava a sinistra quando c’era da difendere. Una partita importante. Anche se il risultato non ha premiato i suoi sforzi.

LEGGI ANCHE:  Juventus-Roma, manca un rigore? Cosa scrivono i giornali | reazioni social

Calciomercato Roma, bisogna chiudere per il rinnovo

Calciomercato Roma, cessione saltata | L'agente spiega il no a Pinto
Tiago Pinto

La Roma nei prossimi giorni incontrerà il suo procuratore: Mino Raiola. C’è da sistemare la famosa clausola che gli permetterebbe prima del 30 giugno di svincolarsi. Ieri abbiamo parlato di un possibile interessamento della Juve al calciatore. Ma questa cosa è da evitare. Difficile sostituire un elemento con queste qualità.

Sicuramente Raiola punterà ad un ritocco dell’accordo economico. Mkhitaryan ha accettato quest’anno di rimanere in giallorosso convinto dal progetto che la Roma gli ha messo davanti. Poi è esploso, letteralmente, segnando a raffica e confezionando assist. È il centrocampista maggiormente decisivo in Europa, dietro solo a Bruno Fernandes. La Roma deve fare in fretta e chiudere la questione chiudendo il gioco al rialzo del procuratore.