Roma, De Rossi costretto a dire sempre “no”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:03

La Roma l’ha lasciata solo negli ultimi mesi della sua carriera da calciatore, per realizzare il sogno Boca. E ora un nuovo futuro lo attende.

Roma
Daniele De Rossi ©Getty Images

Stiamo parlando di Daniele De Rossi, che sta studiando per diventare allenatore e seguire così le orme di papà Alberto. Lui del resto un allenatore lo era già in campo, quando dirigeva il gioco della Roma ascoltando le richieste dei vari tecnici. Il suo sogno di sedersi su una panchina potrebbe realizzarsi a breve, quantomeno questa è l’intenzione dell’ex numero 16. Che prima però deve terminare il suo percorso di studi a Coverciano.

LEGGI ANCHE –>Roma, Fonseca rischia di perdere Reynolds a marzo: ecco perché

LEGGI ANCHE –>Calciomercato Roma, è ideale per il Barcellona ma servono 30 milioni di euro.

Roma, De Rossi ha dovuto rifiutare tre proposte dalla serie A

Roma
Daniele De Rossi (Getty Images)

Eppure De Rossi in questa stagione ha già dovuto dire per tre volte “no” ad una proposta arrivata in serie A, come ha scritto la Gazzetta dello Sport. E questo testimonia anche la grande stima che l’ex calciatore può vantare nell’ambiente calcistico. Fiorentina, Crotone e Cagliari sono i club che si sarebbero fatti avanti per offrirgli la loro panchina, ma De Rossi ha dovuto sempre dire “no, grazie”. La speranza è quella di chiudere al più presto un corso che sarebbe dovuto iniziare ad aprile 2020 ma che per causa del Covid è slittato a dicembre. In ogni caso, spiega il quotidiano sportivo, questo corso darebbe l’abilitazione solo per svolgere il ruolo di “secondo” in serie A. Per lo step successivo bisognerà essere iscritti al master Uefa Pro che parte ogni anno a settembre. Ma salvo deroghe, chi completerà questo corso (ad aprile) non potrà iscriversi a quello Uefa poiché dovrebbero passare otto mesi dalla conclusione del primo. Per De Rossi dunque c’è il rischio di dover attendere settembre 2022 per potersi iscrivere.