Calciomercato Roma, a giugno sarà rivoluzione: cambia tutto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:37

Calciomercato Roma, a giugno sarà rivoluzione. Si cambiano tutti gli interpreti del ruolo. Tiago Pinto ha le idee chiare

Calciomercato Roma,
Pau Lopez ©Getty Images

Fino alla fine del campionato sarà Pau Lopez il titolare. Nonostante l’errore contro il Milan che ha permesso alla squadra rossonera di trovare poi il gol che ha deciso la sfida. Lo ha detto chiaramente Fonseca in conferenza stampa ieri: si va avanti con l’estremo difensore spagnolo.

Il perché è presto spiegato. Mirante non garantisce continuità, e allora meglio puntare ancora su Pau che, oltre ad essere un grosso investimento per la società, ha dimostrato di essere un buon portiere. Anche nel posticipo di domenica sera tra i pali ha fatto vedere cose buone. Macchiate però dall’errore con i piedi che ha aperto la porta al vantaggio rossonero. Ma è un problema di testa e non di qualità tecniche. A giugno però si cambia, totalmente. Ne scrive il Corriere dello Sport.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, svolta per il rinnovo: appuntamento già fissato

Calciomercato Roma, tra i pali sarà rivoluzione

pierluigi gollini atalanta
Gollini, obiettivo di mercato giallorosso @getty images

Mirante andrà via: probabilmente vestirà proprio la maglia del Milan che, sembrerebbe, lo voglia come secondo. Pau Lopez verrà messo sul mercato e con ogni probabilità tornerà in Spagna: lo cerca il Betis Siviglia. La Roma di conseguenza inizierà una vera e propria rivoluzione. E potrebbe affidare il ruolo di dodicesimo a Fuzato, il portiere classe ’97 sponsorizzato da Alisson che appena rientrato a gennaio si è ritrovato a scendere in campo nella partita di Coppa Italia contro lo Spezia.

Il profilo che piace è quello di Musso dell’Udinese. C’è l’Inter anche su di lui che lo vorrebbe per il dopo Handanovic. Il cartellino non costa meno di 25 milioni. Ed è difficile. A Tiago Pinto piacciono anche Gollini e Silvestri. Tramontata al momento l’ipotesi Cragno. Bisogna capire quale sarà il metro di scelta della Roma. Perché Gollini è giovane ma costa tanto, Silvestri ha 30 anni e avendo il contratto in scadenza nel 2022 potrebbe arrivare con costi meno sostenuti.