Roma-Genoa, Fonseca sul recupero di Dzeko per lo Shakhtar

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:56
Roma
Fonseca (getty images)

Il tecnico giallorosso Paulo Fonseca ha parlato ai microfoni di Dazn dopo la vittoria per 1-0 contro il Genoa di Ballardini, decisa da Gianluca Mancini. L’allenatore portoghese ha affrontato tanti temi, anche quello su Edin Dzeko, in vista del match di giovedì contro lo Shakhtar Donetsk, nella gara valida per l’andata degli ottavi di finale di Europa League. Sulla partita di oggi: “Devo dire che abbiamo affrontato una buona squadra che ha fatto buoni risultati contro le grandi squadre. Pensavo di pressare più alto, ma è stato difficile soprattutto nel primo tempo cercare lo spazio giusto. Penso che abbiamo vinto bene contro una buona squadra”.

LEGGI ANCHE: Roma-Genoa, i voti del match

Fonseca sul recupero di Dzeko

Se da una parte Borja Mayoral è costretto a fare gli straordinari, anche se il gol in campionato manca da sei partite, l’allenatore giallorosso è comunque soddisfatto del lavoro dell’attaccante spagnolo: “Borja ha lavorato molto, non era una partita facile per lui senza gli spazi. Non si è fermato un attimo, ma lavora sempre molto bene per la squadra. Con la palla al piede è vero che potrebbe fare meglio. Recupero Dzeko per giovedì? Vediamo, ma sarà difficile. Sta recuperando ed ha iniziato a lavorare individualmente sul campo, vediamo nei prossimi giorni”. Positiva anche quest’oggi la prestazione di Cristante, che addirittura ha giocato sul centro sinistra nella difesa a tre: “Bryan è un giocatore molto intelligente. La scelta di metterlo in questa posizione è per dare più qualità in uscita. Bryan e Mancni avevano piu spazio per giocare, è stata una scelta giusta”.

Fonseca su Pellegrini, Diawara e sullo Shakhtar

“Lorenzo come Bryan sono giocatori molto intelligenti – ha detto il portoghese -. Oggi ha fatto la posizione di Jordan (Veretout, ndr) che stava facendo bene, e per chi gioca lì è importante trovare lo spazio. Lorenzo ha fatto bene, ha corso tanto, ha lavorato tanto per la squadra, era una soluzione con l’assenza di Veretout, ma abbiamo Miki e Villar che possono gioare in quella posizione, devo dire che mi è piaciuto”. La Roma non ha mai subito gol in contropiede, da cosa è dovuto? Penso che nel primo tempo non abbiamo pressato come io volevo, la squadra è stata poco aggressiva nella prima fase. La marcatura preventiva è stata fatta bene, non lasciavamo il Genoa attaccare. Anche Diawara è importante in questo momento, abbiamo più equilibrio con lui, perché aiuta il difensore centrale e il terzino alto. Si rivestirà da zorro in vista della sfida di giovedì contro lo Shakhtar? No no, è stato un episodio unico, non voglio fare di nuovo lo stesso (ride, ndr)”.