Calciomercato Roma, scacco matto Mourinho | Rinascita in 4 mosse

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Calciomercato Roma, Mourinho pronto allo scacco matto. La rinascita della Roma nelle mosse per la prossima stagione 

Calciomercato Roma
Ryan e Dan Friedkin (getty images)

Concentrazione. Pazienza. Concentrazione. Sì, proprio come nella Regina degli scacchi, anche nel calciomercato servono queste caratteristiche per riuscire a fare scacco matto. Lo sa bene Mourinho, e lo sa bene anche Tiago Pinto, chiamato per la prima volta da quando è arrivato alla Roma lo scorso gennaio, a gestire tutte le operazione della prossima stagione. Il quadro questa mattina lo dà il Corriere dello Sport, che spiega che sono circa 70 i milioni di euro che verranno messi a disposizione del general manager per condurre una buona campagna acquisti. Senza contare ovviamente quelli che arriveranno dalle cessioni.

Ma andiamo con ordine: Pau Lopez probabilmente rimarrà per fare il secondo. La partenza di Mirante è certa e Fuzato non è pronto per una maglia da titolare. Il sogno è de Gea, ma guadagna troppo, allora Rui Patricio e Sommer rimangono due elementi graditi. Se poi si guarda in Italia i nomi sono sempre gli stessi: Musso più di Gollini. Ma c’è anche Silvestri, che può liberarsi dal Verona.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, rimangono i dubbi: può partire

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, pericoloso inglese | Proposta di scambio

Calciomercato Roma, le altre operazioni

Mourinho
Mourinho ©GettyImages

In difesa le partenze saranno tante. Ma si cercano soprattutto esterni, visto che in mezzo la Roma è coperta. Aké del Manchester City, Dier del Tottenham e Zouma del Chelsea sono gli ultimi nomi che Tiago Pinto ha scritto nel suo taccuino. E rimane sempre in ballo l’ipotesi Florenzi, con il Psg che probabilmente non lo riscatterà.

In mezzo al campo la situazione è tranquilla. Anche se qualcuno, sopratutto se dovesse partire Veretout – davanti ad un’offerta ritenuta congrua la società ci penserebbe a cederlo – arriverà. Il nome è quello di Renato Sanches. L’attacco, infine. Dzeko potrebbe rimanere: Mourinho parlerà con il centravanti bosniaco appena prenderà possesso del suo ufficio a Trigoria. Vlahovic è irraggiungibile per le richieste della Fiorentina. Belotti andrà in scadenza ma Cairo non lo vuole vendere. E allora ecco che rispunta il nome di Kalajdzic ma anche quello di André Silva. L’ex Milan a suon di gol sta trascinando il Francoforte ad una qualificazione europea per la prossima stagione.