Calciomercato Roma, addio Dzeko: l’alternativa a Belotti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:48

Calciomercato Roma, tanti i nomi finiti sul taccuino di Tiago Pinto per migliorare la rosa capitolina in vista della prossima stagione. Mourinho chiederà degli elementi funzionali e pronti.

jose mourinho
©GettyImages

Al di là del cambio in panchina, le priorità dei capitolini, così come il modus operandi della società, sono le stesse. Fondamentale, infatti, cedere tutti quegli elementi ormai ai margini per monetizzare abbassare il monte ingaggi.

Nella Capitale, infatti, ancora non si è riuscito a riparare a tutta una serie di errori compiuti durante la gestione Monchi: plurime, dunque, le “zavorre” da piazzare.

Oltre ai più volte citati Fazio, Jesus, Pastore e Santon, si cercherà di capire anche cosa fare con Edin Dzeko. Il bosniaco, infatti, era stato vicino alla rescissione contrattuale ma l’approdo di Mourinho potrebbe fargli cambiare idea.

Determinante sarà la decisione dei Friedkin che, al momento, sembrano intenzionati ad allontanare un giocatore sì forte ma che guadagna comunque 7.5 milioni annui nonostante i 35 anni di età.

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Roma, svolta parigina | Ritorno e partenza

 

Calciomercato Roma, piace Isak

Senza dimenticare anche la famigerata questione portiere, va detto che Pinto e adepti sono sulle orme soprattutto di un nuovo centravanti che possa affiancare Borja Mayoral e, nell’eventualità, prendere l’eredità di Dzeko.

Così come per l’estremità difensiva, anche per quella offensiva i nomi monitorati sono plurimi: per la difesa dei pali piacciono Musso, Cragno e alcune alternative estere; per quanto concerne il nuovo numero 9 Belotti è in pole position.

Arrivare al Gallo non sarà però facile e ciò giustifica l’interesse (tra i tanti), riportato dalla Gazzetta dello Sport, per il centravanti del Betis Siviglia, Alexander Isak.

Arrivato dal Borussia Dortmund (che ha un diritto di riacquisto fissato a 30 milioni) ha un contratto in scadenza fra 3 anni e una clausola rescissoria di 70 milioni di euro.

Gli spagnoli “si accontenterebbero” anche di circa 60 milioni, raggiungibili magari con alcune contropartite, ma va sottolineata la spietata concorrenza nonché il grande vantaggio dei tedeschi, soprattutto in caso di partenza di Haaland.

Alternative più abbordabili restano André Silva dell‘Eintracht Francoforte e la promessa Sasa Kalajdzic, militante nello Stoccarda. Seguiranno aggiornamenti.