Calciomercato Roma, nodo portieri | Gli esuberi tormentano Pinto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:46

Calciomercato Roma, c’è il nodo portiere da risolvere. Gli esuberi tormentano il general manager Tiago Pinto, costretto a vendere.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto

Il nodo portiere. Da sciogliere. Al più presto. Per evitare qualsiasi tranello in futuro. E soprattutto per stare tranquilli. Perché dopo l’addio di Alisson qualcosa è successo. E la Roma non è riuscita a trovare un vero sostituto del brasiliano, diventato forse il numero 1 al Mondo con la maglia del Liverpool.

Tenendo presente che ormai Mirante ha salutato e che Fuzato dovrebbe anche rimanere come secondo (incontro nei prossimi giorni con l’entourage del calciatore) la Roma deve cercare di venere lo spagnolo che però è infortunato. Un problema enorme per Pinto. Alle prese con una situazione assai delicata ma da sbrogliare al più presto. E, soprattutto, non si può più rischiare per un ruolo così delicato.

C’è poi Robin Olsen, che Carlo Ancelotti voleva ingaggiare a titolo definitivo per il suo Everton. Il passaggio dato ormai per imminente di Ancelotti al Real Madrid potrebbe cambiare le carte in tavola. Un esubero in più da piazzare per Tiago Pinto.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, imminente il suo trasferimento | Incasso Friedkin

LEGGI ANCHE: DAZN svela il costo dell’abbonamento per vedere tutta la Serie A

Calciomercato Roma, gli obiettivi giallorossi

Calciomercato Roma
José Mourinho (Getty Images)

Nelle ultime ore è tornata forte la pista Gollini anche se c’è anche la Lazio interessata al portiere in uscita dall’Atalanta. Il problema è che il cartellino dell’italiano non è regalato: i bergamaschi chiedono almeno 20 milioni di euro per privarsene. Ma la sensazione è che si possa fare.

Rui Patricio è l’altro elemento in orbita Roma. E rimane senza accesa la luce su Areola. Leggermente indietro, al momento, le altre ipotesi che nell’inverno appena trascorso erano uscite fuori. Da Cragno a Silvestri, passando anche per Meret. Rimane quindi una situazione che è tutta da decifrare. E che potrebbe mettere in difficoltà Pinto nella sua ricerca. Vedremo.