Calciomercato Roma, chiude la filiale spagnola | Ne resta solo uno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:23

Calciomercato Roma, praticamente chiude la filiale spagnola dentro Trigoria. Di restare è sicuro solamente uno: le ultime

Calciomercato Roma, offerta a sorpresa per Pau Lopez
Pau Lopez ©Getty Images

Piazza di Spagna è sicuramente una delle attrattive per i turisti che, in massa, si riversano in centro per visitarla e scattare selfie e fotografie. Una parte di essa, però, in questa stagione, si è trasferita a Trigoria. Anche se adesso, la filiale spagnola dentro il centro sportivo della Roma, sembra in fase di chiusura. Pochi affari e tante delusione. Facciamo ordine, però.

Partiamo da Pau Lopez: il portiere, al momento infortunato, è sul mercato. Anche se, spiega la Gazzetta dello Sport, sarà difficile venderlo. E per non fare una minusvalenza la prospettiva è quella di mandarlo in prestito, con Fuzato che diventerebbe il secondo, alle spalle di uno tra Rui Patricio e Areola, che sono quelli che sembrano maggiormente vicini a vestire la maglia giallorossa.

Poi c’è Pedro: arrivato a parametro zero, anche lui è con la valigia in mano. Anche se, in questo caso, l’età e lo stipendio non giocano a favore dello spagnolo. Ma difficilmente lo rivedremo ancora all’Olimpico con la maglia della Roma.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, ritorno di fiamma | La richiesta di Allegri

Calciomercato Roma, Villar e Mayoral: la situazione

Calciomercato Roma
Borja Mayoral (Getty Images)

Villar è stato quello che nella prima parte di stagione ha maggiormente impressionato per le sue qualità tecniche. Poi il calo è stato evidente e sotto gli occhi di tutto. Ecco perché la sensazione è che dovrà decidere Mourinho sul futuro del centrocampista. Che, a differenza di alti, offerte ne ha e anche tante. Rimane in bilico. E lo sarà almeno per tutto luglio, quando sarà passato un mese dall’inizio della preparazione.

Infine Mayoral: la Roma ha deciso di rinnovare il prestito dal Real Madrid e lo terrà anche per la prossima stagione. Potrebbe davvero rimanere l’unico spagnolo all’interno della rosa. Anche perché, il suo biglietto da visita, non è davvero male. Diciassette reti in 44 presenze. Da tenere in considerazione.