Calciomercato Roma, duello italiano in Coppa America

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:48

Calciomercato Roma, alle tante voci susseguitesi nelle ultime settimane se ne potrebbe aggiungere un’ulteriore. Questo lo scenario.

José Mourinho
José Mourinho ©Getty Images

I dubbi che avvolgono l’ambiente capitolino sono plurimi. Lungi dal credere che l’entusiasmo apportato da Mourinho possa essersi spento, la poca attività della Roma sul mercato sta iniziando però a preoccupare i tifosi.

Questi ultimi, infatti, sono in attesa di qualche maggiore informazione quantomeno relativamente alla data di presentazione dello Special One.

Dai Friedkin la piazza si attende ora una minor passività che possa permettere di ovviare alle tante necessità che caratterizzano lo scacchiere capitolino. Le questioni da risolvere sono plurime, a partire da quella sul fronte delle uscite.

Le prossime settimane potrebbero essere decisive per la risoluzione contrattuale di Pastore ma potrebbero al contempo essere indicative anche per comprendere quale futuro possa spettare ad Edin Dzeko.

Altre svolte potrebbero interessare, inoltre, le piste Xhaka, Belotti e Rui Patricio. Il tutto senza dimenticare che tra poco più di due settimane, nella Capitale bisognerà iniziare a ponderare una decisione sugli elementi rientranti dai prestiti.

Eventuali cessioni di questi ultimi aiuterebbero ulteriormente la società, liberatasi già da più di due settimane di “pesi” come Jesus e Bruno Peres.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, nome nuovo dalla francia | Lo vuole Mourinho

Calciomercato Roma, piace De La Cruz

Almendra @ Getty Images

C’è un nome che in queste ore è stato accostato plurime volte alla Roma, quello di Nicolas de La Cruz.

Il centrocampista classe ’97 è salito in cattedra col River Plate, al quale lo lega un contratto in scadenza fra un anno e una clausola di 22 milioni di euro.

Stando all’indiscrezione di TyC Sports, de La Cruz è finito da qualche tempo sul taccuino di Pinto il quale dovrà però vedersela con la concorrenza di diversi club europei.

Tra questi, si segnala anche la Fiorentina, la cui ingerenza potrebbe dunque far nascere un’asta tutta italiana. Seguiranno aggiornamenti.