Roma, nuovi soci e stadio | Svolta Friedkin, i tifosi sognano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:52

Roma, non solo calciomercato. Nei prossimi giorni potrebbero esserci delle importanti novità non solo a livello di acquisti ma anche sul fronte finanziario ed economico.

Calciomercato Roma, interesse del Lille | Svolta a sorpresa
Dan e Ryan Friedkin ©Getty Images

Dopo aver dato le direttive a Pinto su come muoversi e quanto investire, papà Dan e il figlio Ryan avranno da ovviare a diverse questioni di natura finanziaria. Le casse giallorosse, fino allo scorso 31 marzo, avevano registrato un indebitamento di quasi 300 milioni di euro.

A questi, si aggiungano anche le perdite di 108.3 milioni e il patrimonio netto negativo di 42.1 milioni. Ciò giustifica dunque la ricerca dei due magnati americani di sponsor che possano garantire liquidità e apportare maggiori certezze da un punto di vista strutturale.

Si cercherà di trovare e negoziare accordi con nuovi partner, contando anche sull’ausilio della nuova legislazione economica legata al fronteggiamento della situazione pandemica.

Risolte queste non poche e non semplici questioni, poi, si potrebbero registrare delle importanti novità anche relative alla questione stadio.

Leggi anche : Calciomercato Roma, conferma o prestito | Palla a Mourinho

Roma, la nuova idea dei Friedkin per lo stadio

Roma
Stadio Olimpico @Instagram

Le tante difficoltà burocratiche legate alla vicenda stadio avrebbero spinto i Friedkin a cercare delle nuove soluzioni, che evitino l’impelagarsi in antipatiche burocrazie e che risultino più vantaggiose anche da un punto di vista economico.

La nuova idea sarebbe quella di acquistare lo Stadio Olimpico, rendendolo di fatto una proprietà giallorossa. A ciò dovrebbe, ovviamente, seguire un lungo e ponderato iter progettuale che garantisca l’inserimento nel tessuto urbano della struttura e che miri anche ad un suo totale rinnovamento.

Le vicende fin qui presentate viaggiano di pari passo con quelle di natura squisitamente calcistica. La volontà è, infatti, quella di alzare l’asticella e il primo mattone sembra essere stato messo con l’ingaggio di Mourinho.

Diviene ora importante costruire pian piano un “palazzo” sostenibile nel tempo e che non crolli come sovente accaduto negli ultimi anni. I primi piani saranno costruiti in questi mesi ma solo un’eventuale qualificazione in Champions potrebbe catalizzare l’erezione di un vero e proprio “Gigante”, al momento ancora “addormentato”.

Il primo “Drin” della sveglia arriverà solo in caso di un ipotetico piazzamento tra le prime quattro. Ciò significherebbe avere maggiori introiti e un aumento delle possibilità di trovare nuovi partner. Il resto sarà una naturale conseguenza.