Calciomercato Roma, scossa a centrocampo | Mourinho ha deciso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:40

Calciomercato Roma, scossa a centrocampo: Mourinho ha preso una decisione. Ecco chi resta e chi può partire davanti ad una buona offerta

Jordan Veretout
Jordan Veretout ©GettyImages

Una delle prime decisioni importanti per il calciomercato della Roma l’ha presa sicuramente Mourinho. Che oltre a volere Xhaka e Rui Patricio, ormai ha in mente anche chi dovrà rimanere nella prossima stagione e chi invece, davanti ad un’offerta che la società ritiene adeguata, può fare le valigie.

Ne parla questa mattina il Corriere dello Sport, mettendo in evidenza come l’arrivo probabile – anzi quasi sicuro – del centrocampista svizzero prelevato dall’Arsenal, chiuda praticamente le porte ad una cessione di Jordan Veretout. Il centrocampista francese sarà sicuramente uno dei punti fermi nella prossima stagione. Nonostante il suo procuratore, Giuffredi, stia battendo cassa da un po’ di tempo per rinnovo e adeguamento di contratto. Che in ogni caso dovrebbe arrivare.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, rivoluzione totale | Tre big in vendita

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, si chiude in settimana | Trattative sbloccate

Calciomercato Roma, ecco i sacrificabili a centrocampo

Calciomercato Roma
Gonzalo Villar @getty images

Un discorso diverso invece verrà fatto per altri due elementi. Il primo sembrava davvero potesse essere il centrocampista del futuro; il secondo invece, già l’anno scorso, il campo l’ha visto davvero poco e proverà ad avere più spazio. Parliamo di Villar e Diawara. Tiago Pinto si siederà a trattare qualora ritenesse un’offerta conveniente quella che gli verrebbe proposta.

Lo spagnolo, come detto, sembrava davvero potesse diventare un punto fermo della Roma. Nel corso del campionato però, alcuni limiti, soprattutto fisici, lo hanno messo in disparte. Sotto il profilo tecnico non si discute: i tempi sono giusti, la qualità c’è anche. Ma nel calcio moderno tutto deve essere abbinato alla corsa e purtroppo anche alla prestanza fisica. Soprattutto per Mourinho, che molto spesso usa lo spirito battagliero per portare a casa partite e trofei. Lo Special One, in mezzo al campo, ha bisogno di gente così.