Calciomercato Roma, guaio a centrocampo | No a tutte le offerte

Calciomercato Roma, c’è un problema da risolvere a centrocampo per i giallorossi. Più passa il tempo e più la situazione diventa complicata.

Calciomercato Roma
José Mourinho ©Getty Images

Giorni sempre più frenetici in casa Roma. La dirigenza giallorossa è impegnata sul fronte mercato, con il direttore generale, Tiago Pinto, che vuole sbrigarsi per dare il più presto possibile dei colpi importanti a José Mourinho. Prima però toccherà pensare alle cessioni.

La Roma infatti deve alleggerire il monte stipendi, vendendo principalmente i cosiddetti esuberi, che tanto pesano sulle casse di Trigoria. I Friedkin, pur di liberarsi di ingaggi importanti, potrebbero decidere di rescindere i contratti di diversi calciatori, ormai fuori dal progetto tecnico della Roma. Per altri, invece, toccherà trovare una soluzione il prima possibile per non creare malcontenti generali o possibili minusvalenze.

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Roma, blitz per il bomber | Arriva il sostituto di Dzeko

LEGGI ANCHE -> Roma, scelto il design del nuovo pullman | Ecco l’annuncio social

Calciomercato Roma, Diawara nodo da sciogliere

CALCIOMERCATO ROMA
Amadou Diawara @Getty Images

Come riporta il Corriere dello Sport stamani, la Roma si trova davanti un bel problema da risolvere il prima possibile. Questo nodo da sciogliere ha un nome e un cognome. Stiamo parlando di Amadou Diawara.

Il centrocampista guineano è stato collocato nella lista dei cedibili, ma non ne vuole fare parte. Diawara infatti non accetta di andare via neanche con la formula del prestito se non trova un progetto interessante per lui e che lo possa far crescere professionalmente.

Il calciatore non rientra più nei piani della Roma di Tiago Pinto e di José Mourinho, visto anche che in quel ruolo si sta investendo su Xhaka. Il centrocampista guineano è forte di un contratto valido fino al 2024 e non vuole andare via da Trigoria se non gli conviene.

Legittimo da parte sua, ma complicato per la Roma che deve alleggerire il prima possibile il monte ingaggi, facendo possibilmente anche cassa, per poi buttarsi a capofitto sui movimenti in entrata.