Infortunio Spinazzola | Ecco i terzini in vendita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:19

Infortunio Spinazzola, il problema all’esterno costringe Tiago Pinto a cercare un sostituto: ecco i terzini in vendita 

Infortunio Spinazzola
Spinazzola ©Getty Images

L’infortunio è grave. Purtroppo. E ha sicuramente cancellato un po’ la splendida vittoria di ieri sera della Nazionale di Roberto Mancini contro il Belgio. E, purtroppo due volte, ha colpito Spinazzola, un calciatore della Roma. Forse il migliore azzurro a Euro 2020. La diagnosi è stata choccante: rottura del tendine d’Achille. Stagione finita questa, e probabilmente arrivederci al 2022, visto che ci vorranno almeno sei mesi per un recupero completo.

Un peccato. Incredibile la sfortuna che si è abbattuta su Spinazzola. E adesso Tiago Pinto sarà costretto a intervenire sul mercato per trovare un sostituto. E non sarà facile, perché Leo dava sicuramente qualità e quantità. Oltre ad avere un passo diverso rispetto a molti avversari. Ma adesso, oltre al fatto di dare un grosso in bocca al lupo al calciatore, la Roma dovrà mettersi a lavoro per trovare un degno sostituto.

LEGGI ANCHE: Roma, infortunio Spinazzola: rottura del tendine

Infortunio Spinazzola, ecco i terzini in vendita

Calciomercato Roma, trattativa calda con il Milan
Tiago Pinto ©Asromalive.it

In giro per l’Europa ci sono diversi terzini in vendita e che potrebbero fare al caso di Tiago Pinto. Due sono al Chelsea: Emerson Palmieri e Marcos Alonso. Il primo ha già vestito il giallorosso e ha detto a chiare lettere di voler tornare in Italia; il secondo, con un passato alla Fiorentina, sta trovando poco spazio con i Blues, e un cambio di maglia non gli dispiacerebbe.

Poi ci sono Tagliafico e Gaya, oltre al francese Ait Nouri rientrato all’Angers dopo il prestito al Wolverhampton. Sempre in Francia c’è Bakker del Psg, proposto alla Juventus, ma con i bianconeri che non sembrano interessati al giocatore. Ma la sensazione, visto l’interesse della Roma per l’esterno del Francoforte Kostic, che si possa cercare una soluzione unica visto che anche Marcos Alonso ha lo stesso procuratore: Ramadani. La Roma è già a lavoro.