Calciomercato Roma, stallo Pinto | Il rischio a centrocampo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:30

Calciomercato Roma, stallo Tiago Pinto. La mancanza di cessioni degli esuberi crea un grande rischio a centrocampo.

Calciomercato Roma
Mourinho © Getty Images

Ufficializzati gli arrivi di Rui Patricio e Shomurodov e in attesa di mettere definitivamente nero su bianco anche l’ingaggio ormai certo di Vina, il calciomercato della Roma entra ora in una fase di stallo. L’arrivo di un centrocampista centrale, espressamente richiesto dal nuovo allenatore José Mourinho, è al momento stoppato. Prima infatti c’è da smaltire la rosa e la situazione da questo punto di vista è davvero preoccupante perché nessun affare in uscita al momento si smuove.

E così l’impressione è che senza uscite pesanti dal punto di vista del cartellino (ad esempio Kumbulla o Villar, visto che Diawara continua a rifiutare qualsiasi destinazione) o dal punto di vista dell’ingaggio (Pastore, Nzonzi, Florenzi, Pedro e gli altri esuberi con stipendi pesanti) è difficile prevedere altre spese ingenti per il centrocampista centrale.

Leggi anche: Calciomercato Roma, tre nomi in ballo | Ecco la situazione

Calciomercato Roma, lo stallo nelle cessioni ferma Pinto

Tiago Pinto Getty Images

La situazione sta diventando insostenibile. Gli affari in uscita non si sbloccano, la situazione della Roma è nota e gli altri club che così prima di affondare per i calciatori in uscita aspettano gli ultimi giorni di trattativa in modo da spuntare un prezzo più basso.

In queste condizioni Tiago Pinto non può muoversi e così il rischio è che Mourinho si ritroverà gli stessi centrocampisti dello scorso anno. Va bene che ci sono i giovani Darboe e Bove che si stanno mettendo in luce, ma lo Special One ha bisogno di calciatori affermati e di livello molto alto. Se su Bryan Cristante e Jordan Veretout ci sono pochi dubbi, ci sono invece delle riserve su Amadou Diawara e Gonzalo Villar. Il primo non vuole saperne di partire, il secondo l’anno scorso ha giocato molto bene per un periodo salvo poi vedere notevolmente abbassarsi il suo rendimento nel finale del campionato. Chissà se Mourinho riuscirà a fare rendere al massimo il materiale già a disposizione: forse sarà costretto a farlo, se non si sbloccherà qualcosa in uscita.