Calciomercato Roma, assalto dalla Serie A | Arriva l’offerta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30

Calciomercato Roma, è assalto dalla Serie A: nei prossimi giorni è attesa un’offerta per il giallorosso. Anche se il club potrebbe fare muro

Mourinho ©Getty Images

Sono cambiate molte cose nello spazio di poche settimane. Sia in casa giallorossa, sia nelle atre big della Serie A. E adesso potrebbe arrivare un’offerta vera e propria per un elemento che, all’inizio, sembrava essere sul piede di partenza e che invece, adesso, è uno dei punti fermi di Mourinho. Ma l’improvvisa e inaspettata accelerazione nella trattativa che sta per portare Lukaku al Chelsea, potrebbe far scattare un assalto nerazzurro nei confronti di Dzeko. Stando a quanto riporta questa mattina la Gazzetta dello Sport.

Per Marotta l’attaccante giallorosso sarebbe un piano B. Ma comunque molto attuale, viste le difficoltà che ci sono per arrivare a Vlahovic e Zapata, che sarebbero i primi due obiettivi dell’Inter. Che qualora non riuscisse a chiudere una delle due operazioni, potrebbe puntare forte sul centravanti della Roma, che ogni anni ritorna di moda e che adesso, a differenza delle altre volte, è in scadenza.

LEGGI ANCHE: Betis-Roma: orario, probabili formazioni, dove vederla in tv

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, Pinto spiazzato | Sorpasso in Premier

Calciomercato Roma, Dzeko diventa quasi incedibile

Edin Dzeko ©Getty Images

Ma durante la preparazione anche dentro la Roma le cose sono cambiate. Dzeko che era in partenza – e con la società che a un certo punto sembrava quasi volesse regalargli il cartellino – è invece diventato un punto fermo dello Special One. E Tiago Pinto potrebbe anche alzare un muro davanti all’offerta che potrebbe (dovrebbe) arrivare nei prossimi giorni. Anche perché riuscire a trovare un sostituto, adesso, a due settimane dall’inizio del campionato, appare un’impresa ardua.

Dzeko, infine, si muoverebbe solamente a delle condizioni vantaggiose per lui. Accettando solamente un biennale. Ma questi poi sono altri problemi che non riguarderebbero più la Roma. Che comunque sembra decisa a dire di no.