Mou, Karsdorp e Pellegrini a rischio squalifica | Ecco perché

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:09

Cattive notizie in casa Roma dopo l’amichevole persa contro il Betis Siviglia. Non solo un brutto risultato, il rischio è la squalifica all’esordio in Conference.

Josè Mourinho © Getty Images

L’amichevole col Betis ha avuto un risvolto tutt’altro che sereno in casa Roma. E’ successo di tutto in terra spagnola, ben oltre il singolo episodio capitato contro il Porto, che non vide sanzioni disciplinari. Amichevole si fa per dire quella di ieri, terminata con un tonfo per gli uomini di Mourinho, 5-2 il risultato finale e ben 4 cartellini rossi. E proprio le sanzioni disciplinari potrebbero costar caro alla società giallorossa, ecco perchè.

Leggi anche: Calciomercato Roma, addio Dzeko | Accordo con l’Inter: ecco il prezzo

Come riporta l’edizione odierna de Il Romanista, le conseguenze dell’arbitraggio del 41enne fischietto Jorge Figueroa Vazquez potrebbero avere un risvolto beffa. L’arbitro di Siviglia infatti ha diretto l’incontro che rientra nella sfera delle competizioni FIFA, e l’ente ha facoltà di far scontare le squalifiche anche in competizioni ufficiali.

Leggi anche: ASRL | Calciomercato Roma, erede Dzeko: cifre e dettagli per l’ex Serie A

Amichevole amara, rischio squalifica in Conference

Rischio beffa per la Roma ©Getty Images

In tutto tra campo e panchina la Roma ha ricevuto ben 6 espulsioni, ma è la prima quella che più espone i giallorossi a rischio squalifica. Ricordiamo che la Roma debutterà in Conference League il 19 agosto, contro la vincente della sfida Molde-Trazbonspor (3-3 all’andata).

Parliamo di Lorenzo Pellegrini, il rischio è che, essendo capitano della squadra e non avendo commesso falli la sua espulsione diretta possa avere eco internazionale. Ogni amichevole internazionale, quando ufficiale, è sotto la cupola dell’universo Fifa, che potrebbe scegliere di fermare il numero 7 per un turno o più.

Tanto, se non tutto, dipenderà da quanto scritto sul referto dall’arbitro andaluso. Da menzionare anche il fatto che proprio il capitano giallorosso lasciando il campo ha voluto stringere la mano al quarto uomo di gara. Tutto passa quindi nelle mani del referto ufficiale, che i tifosi giallorossi, con Mou a capo, sperano che il fischietto dopo la tempesta in campo non abbia voluto sanzionare ulteriormente la squadra giallorossa. Seguiremo aggiornamenti in tal senso.