Pagelle Roma Sassuolo e voti: Cristante e Rui Patricio super, la decide El Shaarawy

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:42

Voti Roma Sassuolo e voti: la valutazione delle prestazioni degli uomini di Mourinho contro Berardi e compagni.

Roma Sassuolo ©GettyImages

Roma Sassuolo era una gara facile solo sulla carta, come aveva avvisato Mourinho in conferenza stampa. E in effetti, i giallorossi hanno faticato e non poco contro gli uomini di Dionisi, ma alla fine hanno avuto la meglio con una prodezza di El Shaarawy al 95′.

Pagelle e Voti Roma

Rui Patricio 7,5 Non può nulla sul goal di Djuricic; il Sassuolo gravita spesso dalle sue parti, ma il lusitano complessivamente è poco impegnato fino al 70′, quando dice di no prima a Berardi e poi a Boga con due interventi sublimi.

Mancini 6,5 Raspadori e Scamacca non sono clienti facili, ma il “Mancio” in più di una circostanza ci mette una pezza.

Ibanez 5,5 Si perde Djuricic in area, ed è un errore che incide molto; imperfetto in un’altra apertura, che innesca un contropiede di Berardi non concretizzato.

Vina 5 Fino al goal del Sassuolo, sfodera una prestazione importante in ogni dettaglio; la superficialità con la quale affronta Berardi in area di rigore è un errore che non può e non deve passare inosservato

Karsdorp 6,5 Costretto a limitare il suo raggio d’azione a causa della presenza di Boga, risponde presente con una gara di sostanza e complessivamente molto attenta.

Veretout 6 Meno appariscente del solito, ma gran parte del merito va alla densità che i neroverdi fanno in mezzo al campo.

Cristante 7 Uno dei migliori dei suoi per distacco; annulla completamente Djuricic, inaridendo molte trame di gioco potenzialmente pericolose. Orienta il pressing della squadra, recuperando almeno tre palloni decisivi; bravo a cogliere di sorpresa la linea difensiva avversaria, freddando Consigli con una conclusione da opportunista. Equilibratore.

Mkhitaryan 5 Non incide nel match come avrebbe voluto, ma fornisce comunque una prestazione sufficiente.

El Shaarawy 7,5 Decide tutto il Faraone, con un goal in extremis che fa scoppiare di gioia l’Olimpico.

Pellegrini 6,5 La sapienza tattica del Capitano è di indiscusso valore, e anche contro il Sassuolo “Lollo” sciorina una prestazione intelligente. Illuminante l’assist a Cristante, sliding doors del match. Segue Maxime Lopez come un’ombra, si allarga a sinistra per ricevere il pallone ogni qualvolta l’azione parte da basso, consentendo a Vina di proiettarsi in avanti, e dà la sensazione di poter creare sempre qualcosa di pericoloso ogni volta che arriva nei 25 metri avversari. Dopo l’1-1, sale in cattedra con due blitz dei suoi, nei quali avrebbe meritato di timbrare almeno una rete. Professore.

Zaniolo 6 Mezzo voto in più per l’abnegazione e lo spirito di sacrificio profuso fin dal primo minuto. Si rende protagonista di un paio di accelerazioni delle sue, ma il grosso lo fa in ripiegamento, fornendo un aiuto costante a Karsdorp per limitare le sortite di Boga. Concreto.

Abraham 6 Sgomita, fa reparto da solo; la Dea bendata non è dalla sua, e il palo dice di no ad un’altra conclusione. Per la terza volta in queste prime tre partite.

Tabellino: Rui Patricio, Karsdorp (’89 Reynolds), Vina, Mancini, Ibanez, Cristante, Mkhitaryan ( El Shaarawy ’70), Veretout (’74 Carlos Perez), Pellegrini, Zaniolo (’74 Shomurodov), Abraham.

Spettatori: 29.604
Incasso: 881.223€