Roma, Zaniolo vuole un nuovo inizio | Quel messaggio “Special” di Mou

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:31

Dopo due gravi infortuni e una stagione passata quasi completamente in infermeria Nicolò Zaniolo prova a rilanciarsi. Con un alleato speciale: José Mourinho. 

Josè Mourinho ©Getty Images

Dopo due settimane di stop dovuto alle partite delle Nazionali, questa sera l’Olimpico tornerà a riempirsi per la sfida tra Roma e Sassuolo. Una partita cui la Roma arriva dopo giorni di preoccupazione per le condizioni fisiche di alcuni giocatori che hanno risposto alle convocazioni delle rispettive selezioni. Gli allenamenti degli ultimi giorni hanno però dato indicazioni positive e José Mourinho dovrebbe avere a disposizione l’intero gruppo ad eccezione di Matias Vina, al quale potrebbe essere concesso un turno di riposo dato il rientro tardivo dal Sud America. Tra i giocatori a disposizione anche Nicolò Zaniolo. Il gioiellino giallorosso vive un momento particolare: dopo un’intera stagione saltata per infortunio sta tornando a giocare con regolarità e questa sera contro il Sassuolo – cui ha segnato la sua prima rete in Serie A – sogna di tornare al gol in Campionato.

Insomma: dopo mesi e mesi difficili e caratterizzati dai cattivi pensieri Nicolò vuole ora aprire una nuova fase anche grazie al rapporto che sta nascendo con Mourinho.

LEGGI ANCHE: Roma, sotto a chi tocca | Messaggio forte e chiaro di Mourinho

LEGGI ANCHE: Roma-Sassuolo, la probabile formazione giallorossa | Le scelte di Mou

Zaniolo prova a voltare pagina | Cresce il feeling con Mourinho

calciomercato roma rinnovi
Zaniolo festeggiato dai compagni ©Getty Images

Un nuovo inizio. E’ quello che queste prime partite della stagione rappresentano per Zaniolo. Tornato al gol in Conference League, il ventiduenne intende ora confermarsi e tornare ad esultare anche in Serie A. Magari proprio oggi contro quel Sassuolo cui segnò la sua prima rete nel massimo Campionato. Un nuovo inizio dopo il secondo, terribile infortunio. A testimoniare che il peggio sembra alle spalle ci sono le parole di Mourinho: “Nicolò è stato gestito con cautela, con la dovuta attenzione. La Roma ha lavorato bene perché ha saputo attendere che la convalescenza si completasse, senza rischiare” ha affermato l’allenatore. “Adesso Zaniolo è pronto: ha superato le cicatrici emotive dovute a due operazioni e sta lavorando quotidianamente per migliorare“.

Nessuna preoccupazione rispetto agli acciacchi degli ultimi giorni che lo hanno costretto a saltare il match dell’Italia contro la Lituania. “Sta bene. E il merito è della struttura che lo ha seguito. Lui è tornato ad allenarsi prima degli altri, seguito da un mio collaboratore che a Roma è arrivato prima di me. Un po’ alla volta ha fatto tutti i passaggi che servivano per rientrare” ha detto ancora Mourinho. Che ha poi spalancato le porte del futuro davanti a Nicolò: “Poi, ovviamente può crescere. Mi sentirei un allenatore scarso se non pensassi di poter incidere sulla carriera di un calciatore così giovane“.

Unico“. E’ così che il tecnico portoghese definisce Zaniolo. Una investitura vera e propria, come sottolinea Il Corriere dello Sport. Un elogio che spazza il campo anche da tutte le voci e i pettegolezzi che nei mesi scorsi lo hanno visto spesso al centro dell’attenzione: “Mi avevano raccontato delle cose su Nicolò. Me ne avevano parlato come di un ragazzo immaturo e irresponsabile. Per la mia esperienza, lui è tutt’altro” assicura Mourinho. Che elogia il “professionista super” e lo difende dalle critiche piovutegli addosso dopo l’espulsione contro la Fiorentina “era un tentativo di rendersi utile per la squadra. Sono molto contento di Nicolò. Credo lo sia anche lui di me. Quanto al calciatore, di gente con le sue caratteristiche tecniche e fisiche ne ho incontrata poca nella mia vita“.

Insomma: la fiducia del portoghese nel talento ventiduenne pare enorme. E chissà che lo Special One non possa essere la persona giusta per il nuovo inizio che Nicolò desidera e merita. Il feeling tra i due è forte. “Aiutami a vincere” disse José al giocatore subito dopo il suo arrivo nella Capitale. Magari cominciando proprio da stasera.