Calciomercato Roma, Reynolds via | Le opzioni per Mourinho

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30

Calciomercato Roma, ormai per Reynolds le possibilità di giocare sono ridotte a lumicino. A gennaio va in prestito. Ecco le opzioni per Mou

Calciomercato Roma
Jose Mourinho ©Getty Images

La gara di ieri sera contro il Cska Sofia di Conference League ha dato delle indicazioni importanti. Ci sono degli elementi, nella Roma, che il campo potrebbero non vederlo mai. Se un discorso è già stato fatto per Villar e per Diawara, che sono stati entrambi sostituiti e che probabilmente, a gennaio, verranno messi sul mercato, un altro lo si può fare per l’americano Reynolds.

Alla fine del primo tempo, Karsdopr, è stato sostituito per un piccolo problema muscolare che comunque si dovrebbe risolvere, e Mourinho, al posto di schierare quell’elemento preso lo scorso gennaio dalla Mls, e per il quale si è battuta anche la concorrenza della Juventus, ha mandato in campo Ibanez come terzino destro. Una bocciatura, totale. Senza ombra di dubbio. Ed è normale, adesso, che Pinto farà le proprie valutazioni. L’esterno destro è destinato, a gennaio, a partire. In prestito, sicuramente. E magari anche in Serie A per cercare di mettersi in evidenza e per entrare nei meccanismi del campionato italiano. Altre soluzioni, purtroppo, non ce ne sono.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, scambio tra esuberi | Affare con la Juventus

Calciomercato Roma, le opzioni per Mou

Aurier e Mourinho ©Getty Images

E alla luce dei fatti, le opzioni per Mourinho ci sono. Due sicure. Uno è Serge Aurier, difensore francese, svincolato dal Tottenham, che lo Special One ha già allenato in Inghilterra. L’altro, uscito nei giorni scorsi, è Tete del Fulham, olandese, che è gestito da Mino Raiola, che lo potrebbe spingere a lasciare il campionato di Serie B inglese per cercare nuove fortune anche in Italia.

Non c’è dubbio che con il solo Karsdorp, a destra, non si possa concludere la stagione. E tantomeno si può penare di chiudere una partita con quattro centrali. Allora per Pinto, gli interventi più importanti sono due: non solo il centrocampista, ma anche un terzino.